Rapallo: scuolabus non fruito, rimborso quote

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Questa mattina la giunta comunale ha approvato una delibera per il rimborso alle famiglie della quota parte del servizio di trasporto scolastico non fruito nei tre mesi e mezzo di didattica a distanza durante il primo lockdown a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

La quota di partecipazione al costo del servizio di trasporto scolastico (tramite scuolabus o autobus di linea) viene infatti pagata anticipatamente dalle famiglie rispetto all’esecuzione del servizio stesso. L’amministrazione comunale ha pertanto deciso di procedere con il rimborso alle famiglie della somma risparmiata, che ammonta a circa 15.366 euro.

In caso di morosità delle famiglie destinatarie del rimborso sul servizio di trasporto scolastico, si procederà con il riversamento della quota di pertinenza della stessa, a riduzione e/o saldo della morosità sul servizio di mensa, così da evitare recuperi coattivi.

Sul sito istituzionale del Comune di Rapallo è possibile scaricare ilmodulo per il rimborso della quota del servizio relativa al periodo non usufruito per l’emergenza sanitaria da Covid-19.

Il modulo sarà reperibile anche presso gli istituti scolastici cittadini. «In un momento complesso per moltissime famiglie, restituire la quota per i servizi di cui non hanno fruito ci è sembrata una decisione corretta e doverosa» dichiara la consigliera alla Pubblica Istruzione Laura Mastrangelo.

 

Laura Mastrangelo