Rapallo: porto, ecco i termini dell’accordo fra le parti (3)

Da Bizzi & Partners riceviamo e pubblichiamo

Svolta decisiva per la ricostruzione del porto di Rapallo, parzialmente crollato durante una violenta mareggiata nel 2018.

Porto Turistico Internazionale di Rapallo S.p.A. e Bizzi & Partners S.p.A. hanno siglato in data odierna i contratti finalizzati alla sottoscrizione, con l’amministrazione comunale, dell’atto suppletivo alla concessione demaniale marittima, presupposto necessario per l’avvio dei lavori di messa in sicurezza dell’abitato e di ricostruzione delle infrastrutture portuali.

Sono, così, state poste le basi per procedere all’immediata messa in sicurezza di una delle coste più belle (ma anche maggiormente vulnerabili) d’Italia e, dunque, per il rilancio della città di Rapallo. Il progetto di riqualificazione prevede un porto sempre più integrato nella città, più moderno e capace di offrire maggiori servizi per il turismo.

Bizzi & Partners entrerà nel capitale della Porto Turistico Internazionale di Rapallo soltanto all’esito del completamento dei lavori di ricostruzione del porto e del risanamento della società concessionaria. Nella prima fase, Bizzi & Partners si limiterà a svolgere, per il tramite di una propria controllata appositamente costituita, le funzioni di impresa ausiliaria e di garante per l’esecuzione dei lavori.

Per effetto degli accordi stipulati oggi, la Porto Turistico Internazionale di Rapallo sarà amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da professionisti indipendenti, munito della massima autonomia decisionale. L’obiettivo del nuovo C.d.A. sarà quello di perseguire due finalità di massima rilevanza: assicurare alla città di Rapallo la corretta e rapida esecuzione delle opere di ricostruzione del porto e risanare la società concessionaria. Svolte tali operazioni, Bizzi & Partners potrà acquisire la maggioranza assoluta della società, mentre i soci attuali conserveranno una quota di minoranza.