Lettere/ “Rapallo, sovresposizione mediatica del sindaco”

Da Matteo Cogorno (Riva Trigoso) riceviamo e pubblichiamo

Una considerazione personale sulla (ennesima) comparsata di Carlo Bagnasco negli approfondimenti giornalistici targati Mediaset. Innanzitutto, continuo a non sentire nulla di memorabile nelle parole dell’esponente forzista in merito alla crisi o ad altri temi.

Resta un problema di fondo, assai importante che per certi versi sfiora il  drammatico. Diversi politici gravitanti sull’area tigullica continuano pervicacemente a pensare – mi sono fatta questa impressione – che Genova (e mettiamoci inoltre , a mo’ di esempio ,  Milano ed il basso Piemonte) siano il centro del mondo. Non ci sarebbe da aggiungere altro, se non che , perseguendo questa mentalità a mio modesto avviso estremamente di ristretto respiro, non ci si dovrà lamentare poi se la Liguria verrà sempre più snobbata a livello mediatico e sociale.  E probabilmente lo meriterà  anche, in quanto l’era del ‘locale’ come centro del mondo (in tempi, per nostra fortuna, di multiculturalità) è ormai, con discreta evidenza, fuori tempo massimo.