“Recco in Musica”: domani il primo appuntamento

Dal Gruppo Promozione Musicale “Golfo Paradiso” riceviamo e pubblichiamo

Sabato 24 ottobre riparte il Festival Recco in Musica, organizzato dal Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso A.P.S., con il sostegno del Comune di Recco. Nonostante il difficilissimo momento attuale, con questi appuntamenti gli organizzatori, appoggiati dall’attenzione dell’Amministrazione comunale, in articolare dell’Assessore Enrico Zanini, vogliono dare un segnale, piccolo ma significativo: non tutto si ferma, la cultura continua dando la possibilità di incontri piacevoli (pur con le dovute restrizioni); un filo, sottile ma robusto, che ci porterà, speriamo presto, ad una completa normalità di vita sociale. Proprio per aumentare il più possibile la fruizione di questi momenti, il concerto sarà trasmesso in straming (gli interessati possono avere il link scrivendo un Whatsapp al numero 3395839136 o una mail a gpmusica@libero.it).

Il primo appuntamento è appunto sabato 24, presso il ristorante Vitturin, alle 17.30, con un giovane pianista, Alberto Pavani. Pavani, dopo aver iniziato gli studi di pianoforte con Canzio Bucciarelli, sta per dare l’esame per la laurea specialistica presso il Conservatorio “N. Paganini”, nella classe di Marco Vincenzi. Ha ricevuto giudizi lusinghieri da personalità quali Pierluigi Camicia e Vovka Ashkenazy. L’anno scorso è stato scelto per seguire il Concerto K 415 di Mozart presso il Teatro Carlo Felice di Genova; quest’anno ha vinto la borsa di studio “R. Mantero”, dopo aver superato una selezione fra gli studenti del Conservatorio. Parallelamente studia Economia aziendale all’Università di Genova e segue il corso di teatro di Daniela Franchi con la compagnia “Il Minollo” di Chiavari. Il programma che Pavani eseguirà sabato è molto impegnativo, sia dal punto di vista interpretativo che da quello virtuosistico: la Ciaccona in Re minore di Bach-Busoni, le Sei Variazioni K 398 di Mozart, la Rapsodia Spagnola di Liszt e la Sonatina su temi della Carmen di Busoni.

Alberto Pavani

Il Festival Recco in Musica proseguirà giovedì 12 novembre, ore 21 all’Oratorio S. Francesco, con un giovane talento del pianoforte, il ventisettenne Théo Ranganathan, nato in Francia da  madre polacca e padre indiano: vincitori di molti prestigiosi concorsi internazionali, laureato con lode all’Università di Poiters, è attualmente in Italia per una serie di concerti e il Gruppo Promozione Musicale è riuscito ad invitarlo per il Festival di Recco. Ranganathan eseguirà un programma pirotecnico, gli Studi di esecuzione trascendentale di Liszt, che rappresentano forse l’esempio più completo della ricerca lisztiana nell’ambito del virtuosismo piegato ad alti fini espressivi.

Théo Ranganathan

Il Festival prevede altri due appuntamenti, in date ancora da stabilire.

L’ingresso ai concerti è a offerta libera e dopo ogni concerto sarà possibile cenare con musicisti ed organizzatori presso uno dei ristoranti che aderiscono all’iniziativa: sabato 24 da Vitturin, giovedì 12 novembre da ö Vittorio. Gli organizzatori garantiscono il rispetto di tutte le norme anti Covid.