Chiavari: “Orti al posto della palestra? Vorrei capire meglio”

Da Emilio Cervini, già consigliere comunale Chiavari, riceviamo e pubblichiamo

Ho letto con una certa curiosità il comunicato odierno del Villaggio del Ragazzo circa il progetto di realizzare degli orti urbani nel terreno del Lascito Chiarella a Sanpierdicanne. Non tanto per l’iniziativa in se’ quanto perché contiene una novità che ai più forse era sconosciuta. Infatti si viene a sapere che questi orti dovrebbero prendere il posto di una palestra pubblica a servizio del quartiere e della città intera.

Quest’ultima opera “sarebbe stata scartata per ragioni idrogeologiche “. Eppure ricordo che quando a giugno del 2015 il Consiglio Comunale di Chiavari (ne facevo parte come Consigliere di minoranza ) approvò il progetto insieme a quello del dormitorio tutta la pratica era in ordine.

Infatti la Regione concesse un finanziamento di 700 mila euro e il Comune intervenne con 250 mila euro. Addirittura – mi pare – che dall’ Amministrazione comunale sia già stato erogato un anticipo per la realizzazione della palestra .

L’ex Sindaco Levaggi e l’ex Assessore Sandro Garibaldi avevano fortemente voluto questa opera; ora non hanno nulla da dire ? O almeno verificare quanto sta accadendo? E i 250 mila euro che fine faranno? E la pratica urbanistica allora adottata è ancora valida?

Insomma mi pare che senza voler polemizzare con nessuno ci siano ancora delle domande che aspettano una risposta. Per quanto mi riguarda , da semplice cittadino quale sono, ho fatto un accesso agli atti per approfondire la problematica. Effettivamente realizzare degli orti al posto di una palestra non mi sembra la stessa cosa!