Covid: individuate tre zone a rischio affollamento

Dalla Prefettura di Genova riceviamo e pubblichiamo

Nel pomeriggio di oggi, sono state concertate – nel Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto Carmen Perrotta – le nuove misure interdittive di salvaguardia della salute pubblica, che interesseranno specifiche aree del centro urbano di Genova.

Al Comitato hanno partecipato, oltre al Sindaco di Genova e ai vertici delle Forze di Polizia territoriali, anche i Responsabili regionali delle strutture di prevenzione sanitaria, che hanno fornito un contribuito per la ricognizione degli spazi urbani con riferimento al maggior rischio di propagazione del contagio.

A fronte del riespandersi dell’epidemia da Covid, si è proceduto ad una prima individuazione, secondo un principio di proporzionalità e adeguatezza, degli ambiti territoriali, dove è stata valutata una maggiore possibilità che si verifichino assembramenti.

In alcune parti del Centro storico e nelle zone di Sampierdarena e Certosa dalle ore 21,00 alle ore 6,00 si potrà accedere per recarsi presso esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

In apposita riunione tecnica di coordinamento, presieduta dal Questore, sarà a breve definito il dispositivo della Forza pubblica da impiegare per la vigilanza sul rispetto delle misure contenute nell’ordinanza del Sindaco, la cui adozione è prevista nelle prossime ore.