Val di Vara: arriva il “maggiordomo di quartiere”

di Guido Ghersi

Arriva anche in Val di Vara e sulla Riviera Spezzina il progetto di welfare territoriale della Regione Liguria, finanziato per un totale di 2 milioni di euro dal Fondo Sociale Europeo che, in provincia della Spezia, avrà come sportelli Borghetto Vara e Levanto, oltre a Beverino e Bolano.
Si tratta del “maggiordomo di quartiere”, una figura a disposizione gratuitamente delle esigenze delle famiglie e i residenti per qualsiasi necessità.
La Cooperativa Gulliver, l’Acli e la Comunità di Beverino collaborano per fornire assistenza a soggetti deboli, lavoratori e famiglie. Il progetto ha la durata di 18 mesi e sarà ulteriormente prorogato. Per ciascuno dei quattro sportelli, sarà a disposizione un “maggiordomo di quartiere” riconoscibile dalla divisa. Il posto è riservato a disoccupati, senza limiti di età, mentre occorre seguire un corso di formazione, prima di iniziare a prestare servizio nei Comuni. Il compenso è di 500 euro.
A Borghetto Vara è in Via IV Novembre e risponderà al numero di telefono 324 0213215 il lunedì dalla 9 alle 12 e dalle 13 alle 16, mentre a Levanto è in Via Varego, tel. 324 02113966 ed è disponibile il martedì dalle 14 alle 17 e il giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17.