Rapallo: porto, un consiglio in attesa della firma definitiva (2)

Consiglio comunale da remoto a Rapallo, con qualche problema di connessione nella sua fase iniziale e non per colpa dei tecnici. Lungo intervento del presidente del Consiglio Mentore Campodonico per giustificare la convocazione della riunione; nel suo successivo intervento la consigliera Isabella De Benedetti ha ricordato che era stata l’opposizione a sollecitare un’informazione costante sullo scalo, che all’inizio è stata puntuale ed ora arriva se sollecitata.

Unificati i punti uno e tre (relativi al porto, compresa la richiesta della consigliera Cinque Stelle che, durante il suo intervento, ha ripercorso la storia degli ultimi due anni dello scalo) sono stati l’avvocato Luigi Cocchi e il professor Sergio Carbone a fare il punto sulla situazione. Hanno spiegato che l’accordo è stato sostanzialmente definito; alla vecchia concessione si è unito un atto suplettivo con garanzie assicurative.

Isabella De Benedetti ha chiesto garanzie sui posti di lavoro; la data di inizio e fine lavori; il piano degli ormeggi che devono prevedere una percentuali di posti per il transito, fino ad oggi sistemati nel porto pubblico. Mauro Mele ha chiesto se vi è una proroga nella concessione; se sono previste varianti urbanistiche; se il Comune può chiedere danni.

Il sindaco Carlo Bagnasco rispondendo, ha spiegato che i lavori inizieranno subito dopo l’accordo definitivo che avverrà a giorni e il passaggio in Consiglio comunale. Al momento non sono previste varianti urbanistiche. Quanto alla concessione – ha spiegato l’avvocato Cocchi – vi è un ricorso al Tar, ma la pratica è di competenza della Regione e non del Comune.

Bagnasco ha anche ribadito che posteggio interrato e eliporto sono pratiche che esulano dal porto e di cui si parlerà in futuro; ha anche detto che con la sua amministrazione, Rapallo è diventata appetibile per gli investitori e che ciò ha permesso di realizzare opere attese dagli anni Settanta e che in tutto questo periodo sono nati 28 supermercati, con la sua amministrazione uno solo che ha regalato una passerella sul Boate. Sono seguiti gli interventi di Salvatore Alongi, Daniele Trucco, e Pier Giorgio Brigati. quindi si è passati agli ordini del giorno presenti dal Pd Mauro Mele.


y