Rapallo: bar chiuso al Liceti, la burocrazia blocca un’attività

Situazione anomala all’Istituto scolastico Liceti di Rapallo. Il bar interno, gestito da Gianluca Schiaroli è chiuso da febbraio mentre quelli di altre scuole risultano aperti. Gli studenti prima di entrare o appena usciti, affollano i bar esterni che si trovano a un centinaia di metri. Così come creando assembramenti in attesa che aprano i cancelli dell’Istituto.

Schiaroli che ha un contratto regolare e con questo suo lavoro mantiene la famiglia non può esercitare il suo lavoro, pur avendone la possibilità. E questo è gravissimo.

Dice Schiaroli: “La Asl ha fatto un sopralluogo e mi ha detto che tutto è ok. Sono in grado di osservare tutte le norme igieniche previste dal protocollo anti covid e di fornire prodotti a norma.  Ne faccio una questione di principio. Non ho ricevuto0 alcuna comunicazione scritta sul mancato permesso di riapertura”.

Il dirigente scolastico Norbert Kunkler non ha ancora dato il benestare alla riapertura in quanto l’Asl avrebbe dato un ok verbale, ma non scritto. Della vicenda, davvero assurda, si starebbero occupando gli amministratori comunali che chiedono chiarimenti”.

Ed è incredibile che di fronte alla mancanza di posti di lavoro, la burocrazia blocchi un’attività esistente.