Sestri: visite guidate alla scoperta dei tesori della città

Da MuSel – Museo Archeologico e della Città di Sedstri Levante riceviamo e pubblichiamo

Domenica 18 ottobre riproponiamo “La conosci Sestri Levante?”

“La conosci Sestri Levante?” si inserisce nel programma di EnjoyGenova, ideato da Cooperativa Archeologia, società che collabora con il MuSel per le attività didattiche, alla scoperta del cuore più segreto delle città e dei suoi tesori nascosti. Il maltempo ci ha fermato, ma visto il grande interesse suscitato, Cooperativa Archeologia e il MuSel ripropongono l’attività di orienteering “La conosci Sestri Levante?” per famiglie per domenica 18 ottobre sempre alle ore 15. Riapriamo dunque le iscrizioni, ci sono ancora alcuni posti disponibili! Il percorso è organizzato come una caccia al tesoro tra i luoghi più significativi, verrà affrontato con mappe e bussola per scoprire gli indizi ed orientarsi alla scoperta di un percorso di conoscenza molto pratico, seguendo le regole dell’orienteering, una novità di questa rassegna di visite guidate per conoscere un luogo imparandone i segreti e passando del tempo giocando con amici e famiglia in collaborazione con il Museo Archeologico e della città di Sestri Levante.

L’orienteering è stato già proposto con grande successo nel corso dei centri estivi nei mesi di luglio e agosto, ed ora il MuSel – Museo archeologico e della Città di Sestri Levante e Cooperativa Archeologia provano a promuoverlo rivolto a famiglie con bambini.

L’attività è su prenotazione obbligatoria al numero 335 1278679 (anche tramite whatsapp) o a enjoygenova@archeologia.it: sito web www.enjoygenova.it.

Gli eventi sono organizzati nel rispetto delle normative in materia di Covid-19; per partecipare è obbligatorio indossare la mascherina.

La quota delle visite comprende organizzazione e coordinamento delle attività ed una Guida Turistica e/o esperto archeologo, restauratore o architetto. Il punto di incontro con la guida verrà indicato direttamente alla prenotazione. La quota di partecipazione NON include i costi di viaggio, gli spostamenti, le spese per gli eventuali pasti e quanto altro non esplicitamente riportato. In caso di maltempo o allerta meteo arancione o rossa, l’attività potrà essere rimandata a discrezione dell’organizzazione.

A Palazzo Fascie prosegue inoltre la mostra fotografica “Lupi d’inverno” curata da Paolo Rossi e Nicola Rebora ed allestita al secondo piano, promossa dal MuSel. Un Museo è infatti territorio e ambiente e quale miglior testimonianza se non accogliere proprio le splendide e suggestive immagini di Paolo Rossi e Nicola Rebora sugli animali del nostro appennino? I principali protagonisti degli scatti e dei racconti dei due fotografi saranno i lupi, che vivono in libertà sui nostri monti immediatamente alle spalle del litorale costiero, nei boschi o tra la neve e ne è scaturita così una mostra che vuole essere evocativa con un allestimento volutamente semplice e “minimale” in cui predomina il bianco. L’esposizione è visitabile gratuitamente fino al 31 ottobre, tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17. Sabato 24 novembre verrà inoltre presentato in anteprima il nuovo “studio” di Paolo Rossi con libro e video dedicati al gatto selvatico che sta ritornando nei nostri boschi: l’appuntamento è infatti con “Felis, gatto sarvaegu”.