Fontanabuona: “Un tavolo per bloccare le chiusure Carige”

Dall’ufficio stampa del consigliere regionale Domenico Cianci riceviamo e pubblichiamo

“Un incontro urgente con sindacati, sindaci e vertici di Banca Carige, per scongiurare la chiusura degli sportelli che rappresentano un presidio indispensabile per il territorio”. È la richiesta del consigliere regionale Domenico Cianci.

“Mi riferisco in particolare alle filiali che chiuderanno in Fontanabuona, ma anche a Pieve Ligure, Bargagli, Isola del Cantone e Montoggio, con enormi disagi per i cittadini e in particolare per quelli più anziani, visto che in alcuni Comuni lo sportello Carige era l’unico in funzione e quindi anche l’unico bancomat operativo. Non solo: alcuni Comuni più grandi e popolosi, come Rapallo, si troveranno con una sola agenzia attiva a fronte delle tre aperte nel passato. Questo si tramuterà in un aumento dei tempi di attesa per i cittadini e in potenziali assembramenti all’esterno della banca, fattore da scongiurare in questo momento di pandemia. Mi auguro che insieme si possano trovare soluzioni che bilancino la necessità di ridurre le spese da parte di Banca Carige con il mantenimento di un minimo servizio per gli abitanti”.

Domenico Cianci