Chiavari: un libro per ricordare

di Giuseppe Valle

È stato presentato questa mattina in anteprima presso lo spazio Casoni, il bel volume di Pierluigi Pezzi “Chiavari per noi”, edito da Il Geko.

Scritto in forma di dialogo fra Pierluigi Pezzi e Giovanni Demartini, il libro si avvale del fondamentale contributo di Franco Casoni, con la prefazione di Silvia Stanig e la post-fazione di Elvira Landò.

Pierluigi Pezzi, Silvia Stanig e Elvira Landò
Franco Casoni

“Quando muore un artigiano – afferma Casoni – è come se sparisse una biblioteca”. La copertina del libro è emblematica perché mostra il Teatro Cantero con la serranda abbassata, una sorta di monito ma anche una speranza.

Silvia Stanig sottolinea come dall’ombelico della città, Casoni ha messo a disposizione i suoi ricordi ed una rassegna di personaggi e mestieri (ben 60) che costituiscono un affresco corale.

Elvira Landò è certa che siano tante le voci che meritano di essere ascoltate: l’unico timore è quello di dimenticare. Chiavari è un insieme di mondi che si fondono in un’armonia paragonabile alle voci del canto, sia esso all’unisono sia polifonico.

Pierluigi Pezzi

Pierluigi Pezzi osserva la laboriosità e l’intraprendenza dei chiavaresi che, al di là dei luoghi comuni, sono sempre stati aperti al mondo.

Il libro parte dai misteri, un omicidio irrisolto, le banche… e si conclude con la musica.

Il volume sarà presentato alla cittadinanza sabato 17 ottobre, alle ore 17,30 presso l’Auditorium san Francesco.