Chiavari: 150 anni fa la presa di Porta Pia, manifesto ricorda l’evento

Da Agostino Pendola, Associazione Mazziniana Italiana – Sezione di Genova, riceviamo e pubblichiamo

É il 20 settembre, anniversario della presa di Porta Pia e dell’unione di Roma all’Italia.

Se una volta la data era festa nazionale, dopo il secondo conflitto mondiale, per anni, veniva ricordata con manifesti delle forze laiche del Paese.

Da qualche decennio però, anche i manifesti erano scomparsi. Quest’anno è un anniversario a cifra tonda, centociquant’anni, e sarebbe stata l’occasione per convegni e celebrazioni, se il Covid non ci avesse messo lo zampino.

Il lockdown primaverile prima ha bloccato l’attività delle associazioni nel momento della preparazione, e ora con le regole del distanziamento sociale riunire persone è difficile e pericoloso.

É in questa situazione che l’Associazione Mazziniana Italiana ha voluto ricordare la data con una campagna nazionale di affissioni, con un manifesto per ricordare il XX settembre non semplicemente per avere chiara consapevolezza della laicità dello Stato e della separazione delle competenze rispetto alla Chiesa, ma anche rivendicare i principi democratici e il potenziale ancora inespresso della Costituzione Italiana.

Nella Città metropolitana di Genova il manifesto è affisso nel capoluogo e nei principali centri della Riviera.