Ruta: tetti dei loculi da rifare nel cimitero giardino

Testo e foto di Consuelo Pallavicini

Alcuni lettori ci hanno segnalato inconvenienti nel cimitero di Ruta. In realtà la prima cosa a colpire è l’impegno con cui viene tenuto: erba tagliata, scale pulite, piccoli interventi di manutenzione per evitare il degrado di muri o marciapiedi. Poi, ovviamente, ci sono i lavori da effettuare, come la sistemazione di una lastra d’ardesia a copertura del tetto di una cappella privata o il taglio di un cipresso che appare malato e pericolante e quelli da programmare come il rifacimento dei tetti dei loculi.

Ad essere trascurate in verità, come è inevitabile che sia, sono le tombe private dove sono sepolte persone che probabilmente per vari motivi non hanno nessuno che ne curi il luogo di sepoltura. Ci sono tante associazioni di volontariato; non una, nel Levante, che curi tombe e loculi abbandonati.