Rapallo: pacco spesa, occorre presentare una nuova richiesta

L’estate non ha cancellato tutte le situazioni di emergenza ed è facile che altre emergano. Il Comune di Rapallo ricorda la necessità di preentare una nuova domanda per l’assegnazione del pacco spèesa alimentare per emergenza epidemiologica covid 19. Di seguito quanto pubblicato dal Comune.
 *****

Si informano i beneficiari del pacco spesa settimanale che, qualora permanga la situazione di disagio economico, dal 14 AL 19 SETTEMBRE è possibile presentare una nuova richiesta richiedendo la prosecuzione del servizio.

Nel caso in cui non venga presentata una nuova domanda, la consegna della spesa terminerà alla fine del mese di settembre.

La richiesta dovrà essere presentata on-line compilando il form disponibile di seguito.

Per coloro che sono impossibilitati a presentare l’istanza on-line è possibile ritirare e riconsegnare il modulo di domanda nelle giornate dal lunedì 14 settembre al sabato 19 settembre presso la sede comunale di Piazza Molfino 10 dalle ore 9:00 alle ore 12:00 dove sarà presente un operatore.

Si ribadisce che il pacco spesa costituisce un aiuto alimentare urgente per persone e famiglie che a causa dell’emergenza Coronavirus, si trovano in una condizione di svantaggio tale da non poter garantire, per sé e per i propri familiari, un adeguato approvvigionamento di generi di prima necessità.

REQUISITI NECESSARI:

essere cittadini italiani o cittadini stranieri regolarmente soggiornanti sul territorio italiano
essere residenti in Rapallo.
Avere un saldo del conto corrente e un patrimonio mobiliare (disponibilità monetaria) complessivo per tutti i componenti del nucleo famigliare pari o inferiore a € 1.500,00 alla data del 01/09/2020.
di avere un valore ISEE (ordinario oppure corrente se presente) in corso di validità pari o inferiore ad € 3.000,00

Nel modulo di domanda è necessario:

indicare l’importo delle somme incassate complessivamente da tutti i membri del nucleo famigliare nel corso del mese di AGOSTO 2020;
indicare le spese continuative sostenute (affitto e spese di amministrazione condominiale, alimenti versati per figli minori in caso d separazione o divorzio);
indicare il valore ISEE (ordinario oppure corrente se presente) in corso di validità;

Non occorre indicare le spese sostenute per le bollette in quanto nel calcolo sarà considerato in aggiunta un importo forfettario calcolato in base al numero di componenti del nucleo familiare.

Sarà attribuito un solo pacco per nucleo famigliare che sarà composto secondo il numero dei componenti e verrà assegnato con cadenza settimanale.

Si precisa inoltre che

il dichiarante è tenuto a comunicare all’Amministrazione Comunale ogni modifica della propria condizione economica;
il Comune si riserva la facoltà di richiedere la documentazione comprovante le entrate, le uscite e quant’altro dichiarato dall’interessato;
ai sensi dell’art. 71 comma 1, del DPR 445/00 questo Comune effettuerà accurati controlli sia a campione, sia in tutti i casi in cui vi siano fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni rese dal richiedente in autocertificazione, anche dopo aver erogato il beneficio;
le dichiarazioni, non conformi al vero e la mancata o intempestiva comunicazione di modifiche nelle condizioni che costituiscono il presupposto per l’attribuzione dell’intervento sociale, comporteranno il recupero di quanto indebitamente percepito, e verrà data la necessaria informazione nelle sedi opportune.
 
Maggiori informazioni: https://bit.ly/2Zq6CNy