Palmaria: frequentare l’isola in sicurezza

Dall’Associazione “Mangia Trekking” riceviamo e pubblichiamo

Continuano senza sosta, sull’isola Palmaria,  le attività dell’associazione Mangia Trekking. Nell’ambito della collaborazione con l’Ente Parco Regionale ed il Comune di Porto Venere, soprattutto adesso che si registra una brutta ripresa del Covid-19, i fautori dell’Alpinismo Lento, si impegnano per garantire la sicurezza, nella piena e facile fruibilità dei camminamenti. Oggi è più che mai importante non farsi male e prestare molta attenzione. Nell’ultima attività di monitoraggio e manutenzione del territorio sentieristico, effettuata con i necessari dispositivi di protezione e sicurezza, Paolo Silvestrini, Giorgio Berettieri ed Alessandra Borio, mentre curavano la pulizia anche dalle semplici erbe, del fondo di camminamento, in alcuni punti dei percorsi, nei quali è richiesta maggiore attenzione, hanno osservato un interessante  fenomeno. I numeri considerevoli di turisti-escursionisti, che transitano lungo i sentieri, hanno reso molte pietre dei camminamenti completamente lisce e scivolose. Prossimamente l’associazione effettuerà degli interventi di ripristino. Intanto il sodalizio Mangia Trekking, a titolo preventivo, invita tutti i frequentatori della Palmaria a fare molta attenzione, soprattutto nelle discese, ed a non avventurarsi lungo i sentieri con ciabatte e quando il fondo è bagnato a causa della pioggia. Si evidenzia che a margine delle manutenzioni, come ogni volta il lavoro giornaliero dell’associazione, ha compreso la raccolta di alcuni rifiuti abbandonati lungo le vie, per rispetto dell’area naturalistica e per contribuire alla formazione di un sentimento generale di rispetto dell’ambiente.