Rapallo: sicurezza a scuola, pronti a partire il 14

Le scuole di Rapallo sono pronte ad affrontare l’apertura dell’anno scolastico a partire da lunedì 14. Lo hanno spiegato il sindaco Carlo Bagnasco, l’assessore ai lavori pubblici Filippo Lasinio, la consigliera comunale con incarico alle scuole Laura Mastrangelo e il funzionario architetto Francesca Repetto; una conferenza stampa “snella” senza presenze inutili e discorsetti di circostanza.

Il sindaco ha detto che oggi la scuola e la sicurezza di allievi, docenti e personale, è al centro dell’attenzione dell’Amninistrazione comunale. Rapallo dopo tre mesi di sopralluoghi, incontri, decisioni assunte con dirigenti scolastici e Comitati delle famiglie, grazie agli uffici, è pronta ad affrontare l’inizio dell’anno scolastico. Anche se personalmente il sindaco avrebbe ritenuto opportuno iniziare dopo le elezioni, ma questo è stato stabilito e occorre adeguarsi.

Lasinio, Mastrangelo e Repetto hanno spiegato nel dettaglio le decisioni coralmente assunte.

Trasporti. Quattro scuolabus; 260 allievi da trasportare. Controllati i percorsi. A capienza piena, i ragazzi non viaggeranno per più di 15 minuti sul mezzo, come stabilito dalle linee guida. La temperatura corporea sarà presa prima di salire a bordo.

Ingresso. Ogni scuola avrà più di un ingresso, addirittura 5 la Giustiniani; alcuni istituti avranno percorsi di accesso alle aule diversi, tracciati a terra. Saranno i dirigenti scolastici a stabilire se e dove misurare la temperatura.

Classi. Non c’era la possibilità di reperire nuovi spazi; le aule sono state rimodulate ottemperando a quanto stabilito dalle linee guida.

Ricreazione. In aula.

Mensa. Mille pasti al giorno. Niente buffet, servizio ai tavoli. A turno, anche tenendo conto dell’ora di ingresso a scuola. In un plesso i ragazzi delle medie consumeranno il pasto in classe.

Palestre. Sono stati acquistati 9 macchinari sanificatori; due andranno allo stadio Macera, gli altri sette nelle palestre che saranno sanificate secondo le linee guida.