Sesta Godano: “Progetto per unire la cultura del mare e delle valli”

Dall’Associazione sportiva Mangia Trekking riceviamo e pubblichiamo

 Prosegue senza sosta, anche in fase 3 del Coronavirus, il lavoro dell’associazione dell’Alpinismo Lento, in collaborazione con il Parco Regionale delle Alpi Apuane, delle Cinque Terre, dell’Appennino Tosco Emiliano, di Montemarcello Magra Vara e di Porto Venere. Infatti, si va sempre più consolidando, il progetto dei “Cammini dal mare, alle valli e fino alla vetta delle montagne Apuane ed Appenniniche”.  Tra gli obiettivi principali, della sinergia tra gli Enti e l’associazione, vi è quello di portare la “lente d’ingrandimento” sulle località montane e promuovere le loro realtà economiche, connesse con le attività turistiche.

Così, in questi giorni l’associazione Mangia Trekking, che procede nel realizzare dei percorsi, che si propongono di tradursi in vere e proprie “passeggiate per tutti” attorno al borgo di Pomezzana di Stazzema, ha provveduto a mettere in opera alcune frecce segnaletiche direzionali di sentiero, realizzate con alcune doghe di botti dismesse, provenienti dalle cantine delle Cinque Terre. Lavorati artigianalmente in qualità, questi manufatti, hanno anche il pregio di richiamare il pieno consenso delle comunità locali.

A condurre l’impresa nel Comune di Stazzema, naturalmente utile, che valorizza il luogo in modo opportuno, Diego Polidori, Nicola Milani, Paolo Polidori, Moreno Gherardi, Stefano Zanini, Maria Riccio e Giorgio Berettieri. Mangia Trekking, che va sviluppando l’iniziativa in diversi luoghi del mare, delle valli e delle montagne, invita così, a salire a Pomezzana, lungo le rotte di San Rocchino, Le Calde e Bovalica ,  per conoscere un luogo immerso nella natura, ove è sempre possibile degustare prodotti tipici locali di alta qualità..