Chiavari: seconda serata del “Festival della Parola”

di Giuseppe Valle

Il secondo appuntamento con il ” Festival della Parola ” è iniziato con le musiche del gruppo Tigullio4Friend, musicisti che operano a favore dei malati di Sla.

I Tigullio4Friends

Pino Solari


Pino Solari ha spiegato gli intenti del suo complesso musicale che – ha promesso – a metà ottobre parteciperà ad un’appendice del Festival con altri ospiti molto interessanti.

Accolti da un sonoro applauso sono saliti sul palco i Gnu Quartet: Francesca Rapetti (flauto), Roberto Izzo (violino), Raffaele Rebaudengo (violino) e Stefano Cabrera (violoncello).

Come ha spiegato Raffaele Rebaudengo in un’intervista prima dell’inizio dello spettacolo, il loro repertorio trae ispirazione da Nicolò Paganini, secondo loro una vera rock star ante litteram.

Roberto Izzo

Il periodo della quarantena forzata è stato molto pesante per tutti i lavoratori dello spettacolo – proseguito Rebaudengo – specialmente perchè i contratti non prevedono ammortizzatori sociali. Va detto che oggi dove si fa cultura c’è molta consapevolezza nel mantenere le misure di sicurezza e, anche in luoghi chiusi, i responsabili applicano alla lettera le norme, a garanzia del pubblico e dei protagonisti degli spettacoli.

Francesca Repetti
Stefano Cabrera

Anche per il futuro è difficile fare programmi ma non si perde la speranza che la situazione cambi e il virus rimanga solo un ricordo.

Raffaele Rebaudengo