Chiavari: tre concerti d’Opera all’alba e al tramonto

Dall’ufficio stampa del Comune di Chiavari riceviamo e pubblichiamo

L’Assessorato alla cultura del Comune di Chiavari presenta una rassegna di spettacoli musicali, gratuiti, in due delle cornici più suggestive della città: il lungomare e il santuario di Nostra Signora delle Grazie.

Dopo il successo ottenuto l’anno scorso con le opere Cavalleria Rusticana e Madama Butterfly, riparte il Festival Chiavari Lirica grazie alla collaborazione con l’associazione Cantiere Melpomene. In calendario due concerti all’alba e uno al tramonto con cantanti lirici e orchestrali di altissimo profilo.

Sabato 15 agosto, alle ore 6 presso il lungomare Scala, il primo concerto per salutare il sorgere del sole fra la preghiera e la gioia delle melodie operistiche più belle (arie, duetti e canzoni), a cui prenderà parte il rinomato pianista, concertatore e direttore d’orchestra, Massimiliano Piccioli.

Due soprano e un tenore, reduci da una serratissima serie di eventi operistici fra i quali spiccano Tosca, Madama Butterfly, Cavalleria Rusticana, Nozze di Figaro e Barbiere di Siviglia: Elisa Benadduce, già nel trionfale ruolo di protagonista in Madama Butterfly, Roberta Ceccotti, acclamata Susanna nelle Nozze di Figaro a Salisburgo e il chiavarese Davide Piaggio, tenore verista in piena carriera nazionale e internazionale.

Il secondo concerto all’alba è previsto per domenica 30 agosto, ore 6.20 sempre presso il lungomare Scala. Voci potenti sostenute dai legni e dalle corde di affermati professori d’opera, accompagnati da un’orchestra composta da musicisti provenienti dai più prestigiosi teatri italiani, diretti dalla bacchetta sicura di Massimiliano Piccioli. Il soprano Cristina Martufi, eccezionale habitué dei più prestigiosi palcoscenici italiani, calcherà nuovamente le scene con il tenore Davide Piaggio, con il quale ha formato un solidissimo duo protagonista delle opere più intense del repertorio verista.

Si chiude, domenica 6 settembre alle 19 presso il santuario di Nostra Signora delle Grazie, con il ritorno degli Archi all’Opera del Teatro Carlo Felice, che ha avviato a Chiavari la tradizione dei concerti alle prime luci del giorno. Insieme a loro, il soprano Martufi e il tenore Piaggio, accompagnati al pianoforte dal Maestro Piccioli. Con straordinari arrangiamenti per quintetto, verranno eseguiti arie, duetti, ouverture e alcuni fra i più importanti intermezzi della storia dell’opera lirica.

Dichiara Silvia Stanig, vicensindaco e assessore alla cultura del Comune di Chiavari «In un anno particolare che non dimenticheremo facilmente, insieme al sindaco, ho deciso di ridurre drasticamente il numero di manifestazioni e di eventi ritenendo questa l’unica scelta veramente responsabile. Nonostante ciò, è necessario ripartire, con cautela, ma in grande stile con appuntamenti di qualità: dopo l’enorme successo del Festival Chiavari Lirica e dei Concerti all’Alba, é nato questo affascinante e ambizioso progetto che vedrà ensemble musicali formati da grandi professionisti impegnati a trasmettere emozioni e vibrazioni sempre molto intense. Novità di questa stagione è il concerto al tramonto in uno dei punti più magici della nostra città, il Santuario delle Grazie. Per chi volesse approfittarne, stiamo predisponendo un servizio di trasporto gratuito per rendere maggiormente accessibile la location, applicando tutte le misure di distanziamento sociale. Sono felice di condividere con la cittadinanza occasioni di grande contenuto culturale, dove arte, musica, natura e bellezza si incontrano».