Treni: possibili disagi e convogli soppressi

Lenta ma preoccupante risalita dei casi di positività del covid in Italia. La decisione di Trenitalia di poter occupare tutti i posti disponibili sui treni, annullando il distanziamento, non è piaciuta ai ministri dei Trasporti (De Micheli) e Sanità (Speranza) che hanno bocciato la decisione (condivisa da Giovanni Toti).

L’ordinanza governativ potrebbe portare, incomprensibilmente, alla soppressione di corse.