Framura: stasera”Concerto contemplativo per spiaggia immaginaria”

Dall’ufficio stampa di Electropark riceviamo e pubblichiamo

Un concerto contemplativo e sublunare, con musiche mistiche riecheggianti dalla cima di Framura con lumini e una spiaggia immaginaria. Domenica 2 agosto (ore 22) Maurizio Abate, Matteo Saltalamacchia e Confindustrial Sinfonietta portano in scena “Concerto contemplativo per spiaggia immaginaria” durante il Nuove Terre Festival. Un suggestivo concerto notturno al chiaro di Luna organizzato in collaborazione con Electropark nella piazza della chiesa di Framura (La Spezia), allestita per l’occasione con le sdraio a simboleggiare ed evocare una spiaggia.

I sound ipnotici selezionati da Matteo Saltalamacchia e Confindustrial Sinfonietta sono alternati alle sperimentazioni strumentali di Maurizio Abate, che presenta una sua classica performance con la ghironda rinascimentale e un nuovo progetto di improvvisazione vocale intitolato “Astral Meditation Unit”. «”Concerto contemplativo per spiaggia immaginaria” – racconta Alessandro Mazzone, direttore di Electropark – è un’anteprima italiana inclusa nel cartellone 2020 che vede, tra le altre, la collaborazione con Nuove Terre Festival e ci prepara artisticamente al 2021 e al festival Electropark di Genova, a cui stiamo già lavorando da mesi ad una nona edizione ancor più ambiziosa, che prosegue nel percorso di valorizzazione della Liguria a livello internazionale e la proietta tra le mete più interessanti culturalmente a livello italiano». «Un commento musicale discreto, orchestrato con il paesaggio sonoro naturale e umano, accompagna gli avventori locali e i turisti estivi a concludere i giorni della festa patronale, con gli occhi colmi di bellezza e l’anima ispirata da nuove possibili armonie», spiega Marco Pasquinucci, direttore artistico di Nuove Terre Festival.

Il 2020 di Electropark prosegue sabato 15 agosto (ore 23, Festival delle Colline Geotermiche) con gli artisti Les Giants, Mishah, Ermete Trismegisto che, insieme agli artisti di Framura, portano a Pomarance (Pisa) in anteprima assoluta uno sleeping concert, concepito per modulare il sonno e i sogni del pubblico in dormiveglia fino alle ore 7. Mercoledì 2 settembre (ore 21.30, Suq Festival) il duo Invernomuto presenta in Piazza delle Feste “Black Med”, spettacolo audiovisivo già presentato alla Biennale di Venezia 2019 che propone mixaggi e video commissionati a musicisti, studiosi e artisti visivi con al centro l’idea del Mediterraneo Nero in forma sonora. Venerdì 20 novembre (ore 21, Le Strade del Suono), alla Claque Matteo Manzitti, Alberto Barberis e Eutopia Ensemble presentano in anteprima assoluta “Alpha-Beth”. A chiudere il calendario 2020, Sabato 26 dicembre (ore 23, Circumnavigando Festival) il dj set della producer tedesca Luz in anteprima italiana in collaborazione con il Goethe-Institut Genua nel tendone da circo allestito in Piazza delle Feste. Prosegue inoltre al Mercato dei Pescatori della Darsena di Genova il format “Fish & Djs” con Useless Idea (31 luglio), Planet Panama (4 settembre), Uhuru Republic (11 settembre), SocksLove (18 settembre) e Radio Brioschi (presente a tutte le serate in apertura).

La stagione 2020/21 di Electropark è organizzata dall’associazione culturale Forevergreen Fm con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Performing Arts”, del Comune di Genova nell’ambito del bando “Genova Città dei Festival” e del Goethe-Institut Genua, in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Teatro Nazionale di Genova, Teatro della Tosse, Suq Associazione Chance Eventi, Associazione Gezmataz, Associazione di promozione sociale Sarabanda, Associazione culturale il Gioco dell’Arte, Associazione culturale Officine Papage, Pinksummer.

Maurizio Abate è un chitarrista autodidatta mosso da un approccio istintivo alla sperimentazione che lo ha portato a esplorare la materia del blues, del folk, dell’elettronica e della psichedelia. Gli ultimi suoi set dal vivo hanno visto protagonista la ghironda, uno strumento medioevale a corde il cui suono risulta capace di indurre in stati di trance meditativa. A Framura porta in anteprima il progetto inedito Astral Meditation Unit, un indagine sulla forza primogenia del suono che utilizza arminici, risonanze, battimenti e microtoni che riproducono a una mimesi con la realtà ultima della natura trascendendo cultura, ambiente e storia, per aprire possibilità di conoscenza e unità.

Matteo Saltalamacchia. Consulente musicale e ideatore di raduni musicali e feste, per il concerto ambient come per lo sleeping concert propone una selezione di musiche etere, new age, elettroniche freak anni 60 e 70, ninna nanne, chill-out da club o rave, musiche sacre di varia provenienza, esotiche, sperimentazioni post-rock, nenie, icaros sciamanici, e atmosfere del genere…: insomma qualsiasi suono che ci riesca a rilassare, tranquillizzare, imbonire, addormentare, ipnotizzare, staccarci da questo corpo e ritornare all’unità immateriale dell’inconscio, o del sogno, o dello spirito. Amen.

Confindustrial Sinfonietta. Registrazioni di suoni naturali ed industriali, campionamenti di compositori contemporanei, frammenti di inizio ‘900, brani manipolati al contrario, voci e suoni da cerimonie religiose e politiche, interferenze sonore e rumorismo casuale… registrati su cassette riciclate e riprodotti da lettori di diversa forma, età e produzione. Un campionario sonoro caotico che, sovrapposto ed incrociato come nelle fasi metamorfiche di un ammasso roccioso, va a costituire i “fonoscisti futuristi” della Confindustrial Sinfonietta. Qualcosa che va ben oltre l’umano limite dell’ascoltabilità.