Casarza: morto il partigiano Armando Armanino, aveva 91 anni

Dall’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani – sezione Sestri Levante, riceviamo e pubblichiamo

L’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani – sezione Sestri Levante e Tigullio piange la scomparsa dell’amico Armando Armanino, partigiano combattente e storico membro dell’Associazione.

Nato a Varese Ligure il 28 settembre 1928, è mancato ieri a Casarza Ligure, ormai vicino ai 92 anni di età.

Fra il 44′ e il ’45, assieme al fratello Lorenzo, ha preso parte giovanissimo alla resistenza nelle fila della divisione Cento Croci e Val Taro ai comandi del partigiano Richetto, rendendosi protagonista di importanti azioni di sabotaggio a danni degli occupanti tedeschi presso il Ponte dei Casali di Casarza Ligure e al ponte ferroviario tra Ostia Parmense e Roccamurata.

Una volta finita la guerra, pur molto impegnato nella cura della famiglia e nelle varie incombenze lavorative, non ha mai mancato di dare testimonianza dello specifico contributo dei partigiani cristiani alla guerra di liberazione.

Fra l’altro, particolarmente importante fu la determinazione con cui si adoperò per l’erezione del monumento ai caduti partigiani al Passo di Cento Croci, presso il quale ogni 25 aprile viene celebrata la tradizionale Santa Messa da parte del cappellano Mons. Perinetti.

Anche per questo, il 23 aprile 2015, è stato insignito con la “Medaglia della Liberazione” dall’allora Ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Le esequie religiose si celebreranno lunedì 3 agosto alle ore 15.00 presso la Chiesa di San Michele Arcangelo di Casarza Ligure.

ANPC – sezione Sestri Levante e Tigullio, grata per il grande esempio ricevuto, ricorda il caro Armando nella preghiera e si stringe commossa a figli, nipoti e a tutti i suoi famigliari in questo doloroso commiato.