Rapallo: ordinanza anti covid prorogata fino al 15 ottobre

 Con un’ordinanza, il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco ha prorogato le misure per la prevenzione del contagio covid fino al 15 ottobre 2020. Di seguito il testo dell’ordinanza pubblicato integralmente sull’albo pretorio on line del Comune.

Ordina

•fino alle ore 24:00 del giorno 15 ottobre 2020, fatti salvi i diversi termini stabiliti anche in relazione alla situazione epidemiologica:

1) l’utilizzo obbligatorio di protezioni delle vie respiratorie consistenti in mascherine, anche monouso, lavabili o autoprodotte, correttamente indossate, aventi caratteristiche tali da essere idonee a coprire interamente la bocca e il naso e fornire un’adeguata barriera protettiva, per accedere, negli orari di apertura, agli esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche, e in ogni altro luogo chiuso in cui è previsto l’accesso generalizzato di persone, oltre che nei veicoli di trasporto pubblico locale, nei veicoli adibiti a servizi di piazza con autovettura e nei veicoli adibiti a servizi di noleggio con conducente per trasporto persone;

2) l’utilizzo obbligatorio nei luoghi all’aperto, fatte salve le misure igieniche di protezione individuale e il divieto di assembramento, di protezioni delle vie respiratorie consistenti in mascherine, anche monouso, lavabili o autoprodotte, correttamente indossate, esclusivamente quando non sia possibile garantire il mantenimento della distanza interpersonale tra persone non conviventi;

3) fermo restando il rispetto del mantenimento del distanziamento sociale, sono esentati dagli obblighi indicati nei punti 1) e 2):

•i bambini al di sotto dei sei anni;

•le persone con disabilità o patologie certificate non compatibili con l’uso continuativo di protezioni delle vie respiratorie;

•coloro che svolgono attività sportiva o attività motoria all’aperto, purché nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per l’attività motoria;

4) agli operatori del mercato giornaliero di piazza Venezia e del mercato ambulante di merci varie l’adozione delle seguenti misure:

a) mantenere in tutte le attività il distanziamento interpersonale;

b) garantire la pulizia e l’igiene;

c) rendere disponibili e accessibili sistemi per la disinfezione delle mani;

d) fornire guanti monouso alla clientela per la scelta in autonomia dei prodotti;

e) utilizzare mascherine in tutte le possibili fasi lavorative;

f) utilizzare guanti “usa e getta” nelle attività di vendita;

g) delimitare con apposito materiale (ad esempio tramite nastro segnaletico, fettucciato, colonnine con catene in plastica) l’area di vendita di ogni singolo banco in modo tale da incanalare la clientela interessata ad acquistare prodotti; 

h) garantire il rispetto di quanto previsto dalle norme in materia di gestione dei rifiuti costituiti da dispositivi di protezione individuale usati.