Pesca/ Giacopiane, oro ad Alessiani, argento a Cordano

Da Umberto Righi, Fi.Ma. Chiavari, riceviamo e pubblichiamo

Due gare “tiratissime” x i concorrenti del Trofeo Garbolino/Fima svoltosi nel week-end del 26 luglio al Lago di Giacopiane, nella pesca al colpo (canna con lenza e galleggiante) dei ciprinidi, principalmente scardole e cavedani. Sul vincitore vi erano pochi dubbi, o perlomeno i candidati erano tre o quattro e come pronostico 3 su 4 sono saliti a podio Alessiani, Cordano e Arvati.

Ma andiamo per gradi: Alessio Alessiani ha vinto, anzi a vinto ambedue le prove per cui chiude a due sole penalità ossia 1+1, ma che fatica!!!! Perché il dubbio di essere battuto da Alberto Cordano è stato concreto sino all’ultimo istante, perché Alberto nell’altro settore “macinava” catture e forte del primo assoluto nella gara precedente poteva con molte probabilità far suo il titolo, ma c’era da fare i conti con Riccardo Arvati, che partito in sordina, ha rimontato alla grande su Cordano spingendolo al secondo posto di settore e di podio. Arvati vince il settore e si aggiudica il bronzo con tre penalità.

Ma su questo Trofeo Garbolino/Fima vi è molto da raccontare, in primo luogo la pesca non era a senso unico (ossia catturare ad ogni lancio scardole da 100 grammi come successo scorsi anni), anzi le scardole non erano costanti, arrivavano in pastura ma le catture si alternavano a lunghe pause, in più alcuni pescando a radere il fondo hanno trovato cavedani dai 300 grammi sino al kg, che ti bruciavano decine di pesci, senza dimenticare che a Giacopiane ci sono carpe e tinche e se le incanni c’è da farsi il segno della croce!!!

Ma appunto chi non aveva scardole, catturando cavedani ha fatto tremare non pochi concorrenti, tra questi proprio il Presidente Umberto Righi ha sempre respirato sul collo dei primi di settore, portando a riva diversi cavedani da kg, e strappando una carpa che pareva un treno in corsa e chiudendo le due gare sempre al terzo posto di settore. Ma non solo Righi ha dovuto fare i conti con “le navi” di Giacopiane, anche Luca Padovani, Enrico Botto, Basilio Bellusci, si sono dovuti arrendere a pesci di oltre 10 kg che con fili sottili da cavedani (0,12-0,10 in finale) è impossibile fermare. Qualcuno dirà perché non avete pescato con fili maggiorati? Semplice, nessuno dei 20 concorrenti ha voluto rischiare il cappotto impostando la pesca alle sole carpe, per cui con fili sottili si rischia ma ci sta perchè anche gli ultimi di settore si sono divertiti con scardole e cavedani, che oltre a non essere costanti in pastura ti fregavano l’esca senza quasi marcare l’abboccata e spesso le “lisciavi” anche in mangiate franche e secche.

Una gara molto tecnica ed in ambedue le prove i due settori tracciati dal Presidente Righi, sono risultati molto diversi, ma vediamo i piazzamenti:

1° prova, nel settore A vince Alessio Alessiani con 28 pesci per un peso di 3285 grammi; 2° Riccardo Arvati con 20 pesci e 2115 punti; 3° Umberto Righi con 1440 punti. Nel settore B, 1° assoluto Alberto Cordano con 43 pesci e 4635 grammi; 2° Enrico Botto con 29 pesci e 3115 grammi; 3° Rinaldo Superchi con 23 pesci e 2920 grammi.

2° prova, il settore A si dimostra ancora una volta meno pescoso e difficile infatti, Alessio Alessiani vince ancora ma con solo 18 pesci e 1775 punti, ma poco male perchè i pesi dei colleghi di settore sono decisamente inferiori con Rinaldo Superchi secondo con 545 punti e Luca Padovani terzo con 525 punti. Nel settore B, l’accesa lotta tra Arvati, Cordano, Righi e Botto, si conclude con l’assoluto di Riccardo Arvati con 36 scardole e 4795 punti; secondo Alberto Cordano con 31 pesci e 3540 punti, terzo di settore x Umberto Righi, che in un fondo di roccia ha trovato solo cavedani chiudendo con 3040 punti, bruciando con il doppio di pesci Enrico Botto che dimezza il peso a 1760 grammi (per capire come erano determinanti i pesi dei difficili cavedani).

Classifica Finale: Titolo di Campione Pesca Colpo Garbolino/Fima 2020 ad Alessio Alessiani con 2 penalità; Argento x Alberto Cordano con 3 pen; Bronzo x Riccardo Arvati anche lui a 3 pen ma meno peso; 4° assoluto Rinaldo Superchi a 5 pen; 5° assoluto Enrico Botto con 6 pen; 6° assoluto Umberto Righi sempre a 6 pen. Seguono molti altri Atleti del Gruppo FIMA/Garbolino, e per tutti appuntamento al prossimo Week-end di agosto per il Ttofeo Feeder Carbolino/Fima sempre a Giacopiane