Val di Vara: depurazione, prevista spesa di 10 milioni

di Guido Ghersi

L’Ato ha predisposto ben 10 milioni di euro per ripristinare ed ampliare la rete idrica e fognaria nonché potenziare gli impianti di depurazione in Val di Vara. E’ quanto prevede un piano quadriennale degli interventi ed investimenti che  sarà sottoposto all’approvazione del Consiglio provinciale. Il piano, prevede, fino al 2023 investimenti per 4,5 milioni di euro per il       potenziamento degli acquedotti, per 1,77 milioni per ammodernamento delle condotte fognarie e per circa 3,5 milioni di euro per miglioramento di impianti di depurazione e fosse in hoff.
 Una decina i Comuni della vallata interessati, ma l’intervento pià oneroso riguarda il paese di Sesta Godano, con il collegamento della sorgente di Cane Barbone all’acquedotto per ben 312mila euro.