Cinque Terre: “Depurazione acque, subito tavolo istituzioni”

Dall’ufficio stampa del Parco Nazionale delle Cinque Terre riceviamo e pubblichiamo

“Il problema della messa a sistema di una rete efficiente ed efficace di depurazione nell’area del Parco Nazionale delle Cinque Terre e nell’Area Marina Protetta non è più rinviabile: vanno immediatamente individuate soluzioni che mettano fine agli sversamenti salvaguardando la salute
dei cittadini e la natura che caratterizza il nostro territorio”. Così la presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre e dell’Area Marina delle Cinque Terre Donatella Bianchi che chiede a tutte le istituzioni competenti la convocazione di un tavolo urgente per affrontare in modo “rapido e
definitivo” la situazione.

“Se vogliamo rilanciare economia e turismo dobbiamo investire su progetti ambiziosi coerenti con la tutela della biodiversità delle acque costiere dell’AMP Cinque Terre e delle aree contigue emettere fine ad una condizione che durata anche troppo. Sono convinta che sia il momento giusto e per questo mi auguro che tutte le istituzioni che hanno competenze nell’ambito della depurazione delle acque si incontrino per trovare soluzioni utili per voltare pagina ”, aggiunge Donatella Bianchi
che conclude: “Non c’è altro tempo da perdere, la situazione è inaccettabile e gli interventi sono urgenti”.