Portofino: bus elettrico da Rapallo, primo contributo

Dall’ufficio stampa di Atp Esercizio riceviamo e pubblichiamo

Si è svolto questa mattina presso la Città Metropolitana di Genova la
prima conferenza operativa tra i dirigenti di Atp Esercizio, il
consigliere delegato ai Trasporti, Claudio Garbarino, con la
partecipazione in video conferenza di Matteo Viacava, sindaco di
Portofino, Paolo Donadoni, sindaco di Santa Margherita e Alessandra
Ferrara, consigliera delegata ai Trasporti del Comune di Rapallo. Alla
riunione hanno partecipato anche i funzionari di Città Metropolitana per
il Pums (piano mobilità).

Al centro dell’incontro, che di fatto rappresenta il primo e decisivo
passo in vista dell’elettrificazione totale della linea tra Rapallo-Santa
Margherita e Portofino, è stata l’approvazione della delibera di Città
metropolitana che assegna il primo finanziamento per il progetto di
“Mobilità pubblica nel Tigullio Occidentale: controllo accessi privati e
navetta Rapallo-Santa margherita-Portofino”.

Si tratta di fatto del primo step fondamentale per preparare il progetto di elettrificazione di quella che oggi è la linea 82.

 Il finanziamento – da 110 mila euro – fa parte
della tranche di interventi nell’ambito del sostegno e della promozione
del turismo sostenibile e all’interno dei piani di sviluppo messi a punto
da Città Metropolitana e finanziati dal Mit, Ministero delle
Infrastrutture e Trasporti. Per quanto riguarda il progetto, definito
l’obiettivo di predisporre una linea totalmente elettrica tra Rapallo e
Portofino, è già stata individuata la centrale per la ricarica dei mezzi,
che troverà posto nell’attuale deposito rapallese già utilizzato anche per
il servizio Frecciabus.

 «Quello di oggi è un passo per molti versi
storico, perché rappresenta un punto di non ritorno. L’elettrificazione
della linea del Tigullio Occidentale non è più una semplice ipotesi di
lavoro, ma un progetto finanziato e con obiettivi definiti – dice Claudio
Garbarino, consigliere delegato della Città Metropolitana – è molto
importante che i sindaci dei Comuni di Rapallo, Santa Margherita e
Portofino, abbiamo dato la loro collaborazione e che siano pronti a fare
la loro parte».
Presenti all’incontro che ha definito il cronoprogramma del progetto,
anche Andrea Geminiani e Roberto Rolandelli, rispettivamente coordinatore generale e direttore dei servizi di Atp Esercizio. Sono stati loro a rispondere alle domande poste dai sindaci e dalla consigliera comunale.
Paolo Donadoni si è soffermato in particolare sulla necessità che i bus
elettrici siano utilizzati sulla linea ordinaria e non in maniera
eccezionale. Sul punto è stato Andrea Geminiani a ribadire che «Città
metropolitana e Atp si stanno muovendo proprio con l’obiettivo di avere
solo bus elettrici nel Tigullio Occidentale sulla linea a mare».

Il sindaco portofinese Matteo Viacava ha chiesto di utilizzare mezzi che
siano green per quanto riguarda le emissioni e di dimensioni limitate per
la sostenibilità stradale, ricordando che a breve Santa e Portofino
presenteranno un loro progetto per un tunnel alternativo al tratto più
congestionato della strada a mare. La consigliera delegata rapallese
Alessanda Ferrara ha ricordato che sui progetti di elettrificazione sono
già stati fatti passi negli anni scorsi, invitando a non sprecare il
lavoro fatto. A garantire che tutta la progettualità preesistente verrà
utilizzata è stato, per Atp, Roberto Rolandelli. Infine, sempre su
richiesta degli amministratori, è toccato a Garbarino, responsabile del
progetto per Città Metropolitana, ribadire che il bando per il progetto
partirà a ottobre e che ci sono buone prospettive affinché anche
l’acquisto dei mezzi possa essere finanziato dal Mit: «Per questo è
importante essere i pionieri a livello nazionale» – ha chiosato. I tre
amministratori hanno chiuso il collegamento ringraziando Atp e Città
metropolitana, impegnandosi a segnalare quanto prima le professionalità in carico ai tre Comuni che dovranno seguire l’iter del progetto in
collaborazione.

Claudio Garbarino