Lettere/ “‘Santa’, distributori di sigarette e minorenni”

Da Mario Finievoli riceviamo e pubblichiamo

Nella centralissima Santa Margherita Ligure oltre, ai recenti e noti accadimenti legati alla movida, si assiste purtroppo ogni sera e fino a tarda notte a spropositati assembramenti di minorenni presso i distributori automatici di sigarette.
Forse i genitori di tutti questi giovani in età minorile non sanno che questi riescono ad approvvigionarsi di sigarette grazie all’ausilio di questuanti che si appostano con regolarità affianco ai distributori automatici pronti a inserire la propria carta sanitaria od impronta digitale in cambio delle monete di resto…..
A quanto mi risulta questo è un comportamento non proprio previsto dal nostro ordinamento e non mi riferisco ovviamente all’accattonaggio!
Credo che questa consuetudine, sotto gli occhi di chiunque, dovrebbe fare riflettere chi di dovere se è altrettanto vero che l’educazione e il rispetto delle regole hanno ancora un senso ed un valore… altrimenti non c’è poi da stupirsi che il tutto degeneri per poi ricorrere a provvedimenti “speciali”!!!