Rapallo: “Porto, sulla concessione si decida entro l’estate”

Dal Partito Democratico di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Dopo quello che è successo nelle scorse settimane, come PD siamo a chiederci e chiedere al Sindaco e alla sua Amministrazione, che si prendano delle decisioni chiare, limpide, nette, per quanto riguarda il futuro del Porto della nostra città.

Bisogna dare una risposta immediata anche per coloro che lavoravano, direttamente e indirettamente con il Porto Carlo Riva; per i commercianti della cittadina, i ristoranti e bar, gli alberghi, le agenzie immobiliari.

Si è valutato il danno economico che comporterà il protrarsi della chiusura del Porto?

Con gli ultimi avvenimenti giudiziari siamo arrivati ad un blocco totale dei lavori per risistemare la diga foranea a protezione anche della città!
Rapallo non può permettersi anche questo ulteriore disagio; ricordiamo i tanti lavori iniziati e ancora non finiti in città, come ad esempio sul rio S. Francesco, dove ora partirà una nuova gara d’appalto che comporterà ancora due anni di disagi.

Chiediamo che si valutino bene le condizioni per poter eventualmente revocare o far decadere la concessione, per partire con un nuovo “soggetto” che dia le dovute garanzie; per tanto chiediamo che ciò avvenga entro e non oltre l’Estate in corso.

Il Porto è un elemento importante per il futuro della nostra città anche in prospettiva di un rilancio economico turistico.

Naturalmente tutto questo va fatto nel rispetto della Legge, delle Regole, e servono i dovuti controlli, che per altro il circolo PD Rapallo aveva chiesto fin dall’inizio dopo la “tragica” mareggiata del 2018.

Non c’è tempo da perdere bisogna avere il coraggio di decidere.

Chiediamo che il Comune si attivi subito, eventualmente con l’aiuto della Regione, per reperire i fondi necessari alla sola messa in sicurezza del Porto.

Chiediamo che il Sindaco, convochi un Assemblea Pubblica, perché i cittadini devono poter sapere e conoscere il futuro della loro città.