Rapallo: San Francesco, via alla progettazione esecutiva

Rapallo vittima della legge sugli appalti, sbagliatissima anche se nessuno fa nulla per modificarla, che consente facili ricorsi alla ditta seconda classificata nelle gare per aggiudicarsi un appalto; ricorsi che si riflettono in tempi lunghissimi per la pronuncia dei tribunali (Tar e Consiglio di Stato). A gravare sulle amministrazioni, è anche la vittoria di ditte che poi si rivelano incapaci di eseguire i lavori nei tempi e nelle modalità previste o accusano problemi finanziari.

Rapallo ha un contenzioso con la ditta che ha iniziato la soletta del torrente San Francesco. Adesso occorre ripartire per terminare il primo stralcio del primo lotto e procedere ad eseguire il secondo stralcio della copertura (fino a piazzetta Ruffini). Un impegno che l’assessore ai Lavori Pubblici Filippo Lasinio si è trovato a dovere assolvere dopo il contenzioso con la precedente ditta e che sta seguendo con molto impegno anche assieme ai tecnici del Comune e della Regione che coofinanzia l’opera.

Ora un nuovo passo verso la ripresa dei lavori. L’amministrazione, con determina dirigenziale firmata dall’architetto Fabrizio Cantoni, ha assegnato l’incarico di redigere il progetto esecutivo all’ingegnere Sergio Picchio con studio a Genova. L’impegno di spesa è di 50.290 euro.

La determina è pubblicata integralmente sull’albo pretorio online del Comune.


Filippo Lasinio