Rapallo: porto ‘Carlo Riva’, sussurri & grida

Di sicuro c’è che i lavori di ricostruzione della diga del porto “Carlo Riva” di Rapallo non sono ancora iniziati e che il Comune ha posto un termine, 9 luglio, per avere le garanzie che l’attuale società possa iniziare e portare a termine i lavori. ossia che abbia finanziatori in grado di sostenere una spesa di 30 milioni.

Se non arriveranno le garanzie richieste, il Comune, avvierà la pratica per la revoca della concessione. A tal proposito la società che gestisce in concessione lo scalo turistico, sarebbe intenzionata a presentare un ricorso. Il condizionale è d’obbligo anche circa la voce che la società avrebbe un nuovo amministratore delegato: un noto commercialista genovese, Carlo Castelli. Forse verrà avviata una nuova società.

non sono certo