Bogliasco: interrogazione sul ripascimento delle spiagge

Riceviamo e pubblichiamo il testo dell’interrogazione sul ripascimento delle spiagge a Bogliasco che sarò inserito nell’odg del prossimo Consiglio comunale

In riferimento alla delibera della G. C. n. 42 del 28/05/2020 inerente il ripascimento stagionale della spiaggia centrale per € 71.500 e della spiaggia sotto Chiesa per € 50.171 a Bogliasco, per complessivi € 121.671, dovuto a quanto specificato in delibera “omissis..visto che a seguito dello stato di emergenza in atto, covid-19, anche sulle spiagge occorrerà mantenere determinate distanze imposte dalla normativa e pertanto saranno necessari ampi spazi a disposizione degli utenti”

Rilevato

Che per procedere al ripascimento nella spiaggia centrale si è dovuto creare una pista di detriti nell’alveo del torrente dove insistono i lavori di demolizione asta terminale, creando un intasamento delle acque in caso di forti piogge, con probabile rischio di tracimazione delle stesse,

Considerata

La discussione in C.C. del 29/07/19 n.41 durante la quale il Consigliere Celle lamentava l’inutilità dell’intervento sotto chiesa di € 46.000 in assenza di opere preventive di difesa

Constatato

Che dette opere di ripascimento iniziano a stagione avanzata.

I sottoscritti Consiglieri Anna Ion Scotta e Angelo Paolo Celle

Interrogano il Sig. Sindaco

Per conoscere:

1. Il motivo per il quale in Delibera è stato deciso di procedere al ripascimento a stagione iniziata, quando il materiale, per tanto che possa essere pulito e testato, provocherà certamente un intorbidamento delle acque marine;

2. Perché si è deciso di spendere ulteriori 50.000 €, oltre ai 46.000 € già spesi nel 2019, nella spiaggia sotto la Chiesa appurato che il mare continua a eroderla e non si è ritenuto invece di investire per una progettazione definitiva di opere di contenimento;

3. Se è stato avvertito il Demanio Fluviale della Regione Liguria e se sono stati ottenuti i permessi per realizzare la pista per automezzi che provoca un pericoloso sbarramento al letto del torrente;

4. Se i lavori saranno interrotti o se proseguiranno durante la stagione balneare.                  

Con preghiera di inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale, porgono doverosi ossequi.

Anna Ion Scotta, Angelo Paolo Celle