Chiavari: volontari clown, domani tappa al Lido

Riceviamo e pubblichiamo
 

Andrea e Stefania, due volontari clown in corsia di “Duturclaun VIP Bergamo Onlus”, un’associazione che fa parte del gruppo di associazioni pediatriche accreditate presso l’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, circumnavigheranno l’Italia da Ventimiglia a Trieste su un kayak trimarano a vela e a pedali.
 Il loro viaggio, che prevede oltre 60 tappe in città costiere, durerà circa 65 giorni. Sarà un viaggio in nome della solidarietà, con il quale porteranno messaggi positivi e di speranza, in questo periodo buio che il mondo sta attraversando. Inoltre, vista la collaborazione con l’Associazione NOI Insieme per i diabetici insulinodipendenti, anch’essa appartenente al gruppo delle associazioni pediatriche accreditate dell’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, e affiliata alla FDG – Federazione Nazionale Diabete Giovanile- porteranno messaggi volti a sensibilizzare la popolazione sul diabete di tipo 1, che colpisce prevalentemente i bambini.
È degno di nota anche il risvolto ecologico di questa impresa: Andrea e Stefania, nel loro lungo viaggio, raccoglieranno i rifiuti che troveranno in mare, principalmente la plastica.

“Bergamo è stata la città più duramente colpita dalla pandemia, quella che ha pagato il prezzo più alto. Proprio da Bergamo, con le associazioni di volontariato di uno degli ospedali simbolo della tragedia che ha colpito il mondo intero, si vuole ripartire, per portare un messaggio di speranza e solidarietà”    

In diverse tappe del loro viaggio , i clown saranno accolti dai volontari di associazioni locali , quali quelle di VIP Italia Clown, quelle affiliate alla FDG, Federazione Nazionale Diabete Giovanile, e di altre associazioni di volontariato di diversa natura.

Martedì 30 giugno faranno tappa a Chiavari, e troveranno ad accoglierli, presso i Bagni Lido- grazie alla collaborazione e alla disponibilità dei gestori dello stabilimento- i volontari dell’Associazione noi Insieme per i diabetici insulinodipendenti, i quali …. non essendoci  il mare a Bergamo…. hanno scelto questa località per poterli incrociare nel loro percorso.