Rugby/ La Pro Recco ha ripreso le attività

Dall’ufficio stampa della Pro Recco Rugby riceviamo e pubblichiamo

Dopo i lunghi mesi di lockdown ed alcune settimane in attesa delle precise indicazioni da seguire e i tempi necessari a metterle in atto, la Pro Recco Rugby ha finalmente ripreso le sue attività sul campo, seppur a scartamento ridotto.

A quasi quattro mesi dalla brusca sospensione e dall’annullamento dei campionati di ogni categoriail Carlo Androne ha iniziato a riprendere vita.

In questa prima fase di ripresa gli allenamenti sono il mercoledi e il venerdì e riservati a giocatori senior, U18 e U16. Ogni giorno ci sono due sessioni con un massimo di venti atleti ciascuna, dalle 19.00 alle alle 19.45 e poi dalle 20.00 alle 20.45. Ogni gruppo viene ulteriormente suddiviso in gruppi più piccoli agli ordini di coach Callum McLean e del preparatore atletico Luigi Massone.

Le regole per partecipare sono precise: è necessario prenotarsi, possono accedere al campo solo i giocatori, senza accompagnatori né altre persone non strettamente necessarie all’attività e i partecipanti devono essere tesserati della società e in regola con il certificato medico.

Chi accede al campo deve portare sempre un’autocertificazione e viene tenuto un registro delle presenze con gli orari di ingresso e uscita di ognuno e si lavorerà solo all’aperto con esercizi di atletica e skills.

Per ora i piccoli non riprendono, ma ci si augura di poter far tornare presto al campo anche loro.