Chiavari: veglia di Pentecoste

di Giuseppe Valle

Si è conclusa poco dopo le ore 22 nella Cattedrale di N. S. Dell’Orto la veglia di Pentecoste, presieduta dal vescovo mons. Alberto Tanasini e animata dai movimenti ecclesiali presenti nella diocesi.

Le letture tratte dal Lezionario (Gioele, lettera di S. Paolo ai Romani, vangelo di Giovanni) sono state alternate da esperienze di giovani in presenza, di adulti in streaming e in registrazione alcuni stralci delle omelie tenute da Papa Francesco durante le S. Messe celebrate in S. Marta nei giorni scorsi. Il tema dominante è stata l’esperienza della pandemia, della quarantena e della malattia come occasioni per approfondire il senso della nostra vita e le scelte future.

Daurante l’omelia il vescovo ha sottolineato il desiderio di una vita rinnovata per ciascuno di noi ma anche per la Chiesa.

Mons. Alberto Tanasini

Mons. Tanasini ha invocato dallo Spirito Santo la capacità di comprendere il senso del nostro vissuto, del travaglio che ha caratterizzato questa fase della vicenda umana. Si è anche chiesto in che cosa la Chiesa si deve rinnovare, che cosa deve abbandonare – come si è domandato anche Papa Francesco – che cosa deve togliere che appesantisce l’annuncio del Vangelo.

Dopo la preghiera del Padre Nostro, il vescovo ha impartito la benedizione finale.