Centri estivi e scuole: “Opportunità per aprire in sicurezza”

Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo e pubblichiamo                                                                                                                                  

Oggi si è svolta in videoconferenza la seduta della III Commissione- Attività produttive, cultura, formazione e lavoro, presieduta da Andrea Costa (Liguria Popolare) per approfondire le problematiche legate al mondo scolastico e alla gestione dei centri estivi in questa nuova fase dell’emergenza sanitaria. I componenti della Commissione hanno ascoltato il Garante dei diritti dei minori Francesco Lalla, i rappresentanti del Forum del Terzo settore e i presidenti di CONI Liguria, Alleanza delle Cooperative Liguria, Associazione UnitaMente, Federazione Italiana Scuole e, infine, i segretari regionali di Cgil, Cisl, Uil.

«La pandemia – dichiara Andrea Costa – ha fortemente condizionato la vita dei nostri bambini, che hanno dovuto rinunciare al consueto percorso scolastico, agli svaghi, alle attività sportive, e anche delle famiglie, che sono state costrette a trovare un difficile equilibrio fra le esigenze lavorative e la gestione dei figli. Adesso che la fase più acuta dell’emergenza si è, fortunatamente, chiusa – aggiunge il presidente – è importante affrontare i mesi futuri garantendo una serie di servizi e la seduta di oggi è stata una preziosa occasione per conoscere, attraverso le competenze e l’esperienza degli addetti ai lavori, quali sono le priorità e i passi da compiere per assicurare nei prossimi mesi la ripresa di una serie di attività durante l’estate».

Nel corso della seduta, a cui hanno partecipato attivamente anche l’assessore alla sanità Sonia Viale, e l’assessore alla scuola Ilaria Cavo, sono state affrontate e sviluppate una serie di questioni: l’apertura dei centri estivi in totale sicurezza sia per i fruitori che per gli operatori, la necessità di un supporto economico a sostegno dei gestori di queste realtà e delle famiglie e, infine, l’importanza di un sostegno alle scuole paritarie per garantirne la riapertura nel prossimo anno scolastico.

Il presidente aggiunge: «I centri estivi rappresentano non solo un luogo dove i ragazzi posso tornare a socializzare, ma anche un aiuto fondamentale per le famiglie tuttavia, per garantire la sicurezza sia degli utenti che dei gestori, dovranno essere adottati protocolli e attuate linee guida che determinano, inevitabilmente, un aumento dei costi del servizio. A questo scopo è già in atto un confronto fra Regione, sindacati e gestori per individuare un percorso comune e fornire un servizio in totale sicurezza». Costa ricorda che Regione Liguria ha già emanato un bando per sei milioni del Fondo Sociale Europeo per sostenere le famiglie che intendono usufruire dei centri estivi e a sostegno anche dei gestori. «Nell’incontro di oggi è stato anche approfondito il problema delle scuole paritarie che, non potendo contare su fondi statali, – riprende il presidente – hanno forti difficoltà a garantire l’avvio delle lezioni nel prossimo anno scolastico e vanno aiutate e valorizzate». Costa conclude: «Ringrazio gli assessori Cavo e Viale che, ancora una volta, hanno portato un prezioso contributo ai lavori della Commissione, e i colleghi consiglieri per l’approccio costruttivo con cui hanno affrontato il dibattito di oggi».