Sestri: concluso il 1° lotto di interventi a Renà, proseguono i lavori

Dal Comune di Sestri Levante riceviamo e pubblichiamo

Il litorale di Renà sta vivendo in questi mesi una trasformazione epocale, grazie ai 2 milioni e 800 mila euro di finanziamento complessivo ottenuti dalla Protezione Civile in seguito alle progettazioni realizzate dal Comune di Sestri Levante. Si tratta di in intervento nato per ridurre l’erosione della costa e dell’arenile che da tempo metteva in serio pericolo anche la strada e le abitazioni del borgo, ma anche di azioni volte a migliorare ancora l’estetica di questa porzione di litorale.

Si è chiuso in questi giorni il primo lotto degli interventi. Le opere, che hanno avuto un costo di 700 mila euro, erano state appaltate a settembre 2019 e hanno previsto la realizzazione di alcune scogliere di massi disposti a mosaico e in scarpata, lunghe circa 150 metri, che hanno lo scopo di rallentare il moto ondoso radente, a protezione l’area di via Vespucci. L’intervento ha previsto anche il ripascimento dell’arenile, con la stesura di circa 12.000 mc di materiale in tutta la spiaggia e altre piccole opere di dettaglio e di finitura.

Procedono intanto i lavori relativi al secondo lotto di interventi, dell’importo di 1 milione e 200 mila euro, appaltato a novembre 2019: gli interventi sono finalizzati alla stabilizzazione della spiaggia di Renà e prevedono diverse opere tra cui la realizzazione di una secca artificiale semisommersa disposta a circa 40 m dalla battigia, che ha l’obiettivo di smorzare la forza delle onde nella zona sud-est: questa protezione a mare è in via di completamento ed è già visibile dalla spiaggia. Saranno necessari ancora alcuni viaggi con i pontoni per lo scarico dei massi necessari al completamento della secca: i lavori termineranno indicativamente entro il mese di giugno con la verifica del corretto posizionamento dei massi della secca che sarà effettuata da un sub.

Il secondo lotto di interventi prevede anche il ripascimento dell’arenile tra la secca e il muraglione a protezione della strada verso Moneglia con un volume di sabbia di circa 6 mila mc, e la sistemazione dei massi a protezione della strada delle gallerie.

Un intervento di sistemazione e livellamento dell’arenile è in corso in questi giorni e renderà fruibile la parte di ponente dello stesso a partire da lunedì 25 maggio.

L’area di levante della spiaggia invece sarà ancora interessata dai lavori: sempre la prossima settimana inizieranno gli interventi di risistemazione della rampa di accesso all’arenile e il contestuale arretramento della stessa, un intervento che consentirà di avere una maggiore sicurezza e protezione della zona dalla forza delle mareggiate, anche grazie all’eliminazione delle pareti verticali riflettenti.

Nei giorni scorsi si è invece conclusa la demolizione del molo di cemento che collegava dalla fine degli anni ’50 la battigia e lo scoglio dell’Asseu: un intervento deciso anche per ridurre la quantità complessiva di cemento sulle spiagge e migliorare l’aspetto paesaggistico del litorale.

L’intero complesso di lavori sarà terminato per l’inizio della stagione estiva.

A ottobre comincerà un’ulteriore tranche di interventi – terzo lotto, I° stralcio – che interesserà il completamento del ripascimento strutturale dell’arenile, con l’apporto di ulteriori 27 mila mc di sabbia, per raggiungere il complessivo apporto di 45 mila mc.

L’intervento del costo di 750 mila euro è sempre finanziato dai fondi per la Protezione Civile.