Portofino: dal 25 torna il bus con 26 corse; le altre linee

Dall’ufficio stampa di Atp Esercizio riceviamo e pubblichiamo

Come previsto da lunedì prossimo, 25 maggio, il servizio di Atp Esercizio si rafforza ancora arrivando a raggiungere l’85 % dell’orario ordinario.
In vista del completo ritorno alla normalità per la metà di giugno, da
dopodomani saranno effettuate modifiche al servizio su alcune linee. Con collegamenti tra Tigullio e provincia della Spezia tornano la linea 50 per  Varese ligure e la 52 per Carro; le linee 43, 47 e 48  per Deiva,
Framura, Levanto e Bonassola.

Nell’Aveto torna la linea 11 di Santo Stefano. Nel Tigullio vengono ripristinate in toto le linee urbane circolari 3, 13 e 31 (Chiavari – Lavagna – Carasco – Calvari – Conscenti).

Ripristinata la linea 7 tra Rapallo e Santa Margherita, e viene
reintegrata con cadenza giornaliera la linea 82 da Santa Margherita a
Portofino, considerata a ragione la linea più turistica: previste 26 corse giornaliere tra andata e ritorno dal lunedì alla domenica compresa.

Nel Golfo Paradiso, reintegrata la linea di Sori e il bus frazionale tra Recco e Testana.

Nel Genovesato i passeggeri avranno nuovamente la linea 36 e 36C
giornaliera  per quanto riguarda il comune di Campomorone (destinazioni San Martino di Paravanico e Pietralavezzara) e Ceranesi (Gaiazza e Sareto); il servizio sarà a prenotazione “chiama il bus” da lunedì a venerdì. Reintegrata la linea 35 giornaliera  per quanto riguarda il comune di Serra Riccò  (destinazioni Serra Valleregia e Casella) sempre con servizio sarà a prenotazione “chiama il bus” da lunedì a venerdì. Nuovamente in funzione anche le  linee 37, 37P e 37C  per  il comune di Sant’Olcese. Torna la linea giornaliera per Livellato.

Gli orari sono
pubblicati sul sito di Atp Esercizio
https://www.atpesercizio.it<https://www.atpesercizio.it/>.

«E’ un graduale ritorno alla normalità, tarando  il servizio con le nuove esigenze di mobilità considerando anche i recenti limiti di portata dei mezzi, imposti nel rispetto del distanziamento sociale – puntualizza Andrea Geminiani, coordinatore generale di Atp – siamo molto soddisfatti del sistema di Bus a Chiamata, tanto che abbiamo deciso di mantenerlo anche per il futuro».

Tutto il personale solitamente dedicato al contrasto all’evasione sarà
tenuto a monitorare i livelli di carico per poter intervenire, nel caso in
tempi brevi.

Ovviamente resta l’invito a seguire il sito aziendale o
chiamare il numero 0185/373323, mentre per il Chiamabus resta il numero verde: 800499999. Sempre dal 25 darà ulteriormente incrementato il servizio di sanificazione dei messi, che è stato affidato alla  Ecoclean Italia di Chiavari.