Rapallo: nell’estate del covid il Comune punta sui diving

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Incentivare la scoperta del nostro ambiente marino, una delle risorse più preziose e contemporaneamente meno valorizzate del territorio di Rapallo.

Questo l’obiettivo dell’incontro di questa mattina durante il quale il sindaco Carlo Bagnasco e l’assessore al Turismo Elisabetta Lai hanno ricevuto i due centri immersioni di Rapallo, il Diving Group Portofino con sede presso il Porto Carlo Riva e lo Style Diving di San Michele di Pagana.

Il mondo delle immersioni subacquee riveste per l’intero Tigullio una notevole importanza economica e occupazionale. Nel 2019 infatti, i 10 centri di subacquea del comprensorio hanno totalizzato 50 mila immersioni.

Altro aspetto da non trascurare, la possibilità di effettuare immersioni praticamente tutto l’anno ad eccezione dei mesi più freddi. L’attività rappresenta dunque anche una interessante possibilità di destagionalizzazione turistica.

«La nostra amministrazione desidera fortemente sostenere il mondo delle immersioni subacquee – dichiara l’assessore al Turismo Elisabetta Lai – In un momento particolare come questo, è fondamentale incentivare la possibilità di ammirare le bellezze del nostro territorio e creare una forte collaborazione tra tutti gli operatori turistici».