Covid: anche il Galliera entra nel post-lockdown

Dall’ufficio stampa dell’ospedale Galliera di Genova riceviamo e pubblichiamo

Il Piano concordato con Alisa tiene conto della disponibilità dei posti letto Covid dedicati di Media Intensità pari a 84 e dei posti letto di Terapia Intensiva ad oggi 12 disponibili, che potranno risalire in caso di necessità, nell’arco delle 72 ore, rispettivamente a 90 e a 16.

L’Ente si appresta a riattivare due Aree Chirurgiche dedicate alla Chirurgia Maxillo-facciale, alla Chirurgia vascolare, all’Ortopedia delle articolazioni e alla Neurochirurgia relativamente all’attività sulla colonna vertebrale e alla Chirurgia generale, all’Urologia ed alla Ginecologia.

Il riavvio dell’attività chirurgica sarà incrementale ed orientato a criteri di urgenza e di differibilità. Per garantire inoltre la possibilità di ricoverare pazienti no Covid provenienti dal Pronto Soccorso, verrà riattivata un’ Area di Medicina interna.

Infine con l’obiettivo di garantire la massima sicurezza dei pazienti che necessitano anche di ricovero urgente, sono in fase di completamento due percorsi strutturalmente differenziati di Pronto Soccorso, che a partire dall’unico Pre-triage, indirizzeranno i pazienti a due Aree “tampone” separate, una per coloro che sono affetti da Covid o sospetti e una per coloro che sono esenti da Covid, in modo da garantire adeguatamente il successivo ricovero nei reparti di degenza.

Si precisa ancora che sono in fase di attivazione tutti gli interventi atti a ripristinare le attività rivolte ai pazienti ambulatoriali esterni (visite, esami, etc.) le cui prestazioni saranno erogate dal 15 giugno p.v. Continueranno ad essere assicurate le prestazioni di cui sopra che con carattere di indifferibilità sono identificate con le priorità U e B, ad oggi sempre garantite.