Chiavari: agevolazioni per far ripartire il commercio

Dall’ufficio stampa del Comune di Chiavari riceviamo e pubblichiamo

«Si è riunita quest’oggi la commissione 5°, sviluppo economico e attività produttive, per discutere l’individuazione di strumenti per la ripresa economica dei commercianti e delle imprese a seguito dell’emergenza Covid-19. Un confronto costruttivo, in cui abbiamo presentato alcune misure eccezionali per le categorie cittadine – afferma il sindaco di Chiavari, Marco Di Capua – È nostra intenzione riconoscere un rimborso, per i mesi di lockdown, della tassa di occupazione del suolo pubblico per i permessi permanenti che si pagano entro il mese di gennaio. Per quanto riguarda gli ambulanti dei mercati periodici provvederemo al rimborso della stessa per le giornate perse a seguito dell’emergenza; mentre, per i permessi delle attività edilizie, relativi al posizionamento di ponteggi sul suolo pubblico, verrà prorogata d’ufficio l’autorizzazione già data per i mesi di chiusura. Per le concessioni temporanee, l’amministrazione comunale azzererà i diritti di segreteria di ogni pratica concedendo tutto il suolo pubblico gratuitamente fino al 31 ottobre 2020, previa autorizzazione della Polizia Municipale. A tutti gli stabilimenti balneari, che hanno in locazione immobili di proprietà comunale in fregio alla concessione demaniale, verrà fatto pagare il cannone a partire dal 2 giugno (quindi due mesi abbuonati, anziché pagare da inizio aprile come gli anni precedenti). È sempre nostra intenzione concedere alle attività commerciali, un rimborso della Tari per i mesi di chiusura totale: abbiamo previsto una cifra pari a 115 mila euro, ma attendiamo specifiche indicazioni da Arera per capire la ripartizione della stessa a seguito dell’ultima delibera che rinvia ad ulteriori provvedimenti da adottare. Probabilmente dovremmo tornare in consiglio comunale per riapprovare il piano finanziario Tari – conclude Di Capua – Nei prossimi giorni approveremo una specifica delibera d’indirizzo per autorizzare queste misure eccezionali messe in campo dalla mia amministrazione per andare incontro alle esigenze dei cittadini, che si concretizzeranno in centinaia di migliaia di euro di aiuti».

Chiude l’assessore al commercio e alla promozione della città Gianluca Ratto «In questi mesi il dialogo con le associazioni cittadine, presenti al tavolo del turismo e delle attività produttive, è sempre stato costante e non si è mai interrotto, anzi colgo l’occasione per ringraziare tutti per il grande lavoro svolto. Diversi i provvedimenti che attueremo in sinergia con tutti gli operatori. Per quanto riguarda la ristorazione, per permettere il distanziamento sociale, d’intesa con Ascom e Civ cittadini, introdurremo nuove aree/piazze pedonali: si partirà con la pedonalizzazione di tutto il tratto di passeggiata mare compreso tra piazza Gagliardo e la piazza attigua al Lord Nelson e dell’area compresa tra via Raggio, via delle Vecchie Mura, piazza Fenice e via Ravaschieri. Altre zone potranno essere disposte anche piazza Roma e piazza Cavour. Mentre, ai ristoratori e bar di via Entella daremo la possibilità di poter usufruire di nuovi spazi all’aperto in via Grimaldi e all’interno del chiostro di San Francesco. Con gli operatori del settore dell’abbigliamento creeremo delle piccole sale d’attesa esterne per consentire di accogliere in sicurezza la clientela. Infine, la disposizione dei banchi del mercato del venerdì subirà alcune modifiche per permettere l’attuazione delle misure di prevenzione necessarie: eliminati i banchi di via Rivarola, verranno spostati tra corso Garibaldi e piazza Matteotti, confermate invece le postazioni di via Delpino e piazza Mazzini».