Fase 2: “Nuove regole, usiamo il cartellino giallo”

Da Augusto Sartori, Fratelli d’Italia – Regione Liguria, riceviamo e pubblichiamo

Pare che, nel corso della notte, si sia sfiorata la rottura tra Stato e Regioni sull’accordo per le linee guida inerenti la riapertura delle attività commerciali prevista per domani, lunedì 18 maggio.
Le Regioni, trainate con successo dal Governatore della Liguria Giovanni Toti, sono però alla fine riuscite a farle inserire nel Dpcm (decreto del Presidente del Consiglio dei ministri) che verrà pubblicato in data odierna.
In ogni caso a causa di questa situazione d’incertezza, a poche ore dalla ripartenza con regole in alcuni casi di non immediata interpretazione e applicabilità, sarebbe assai opportuno che gli Enti preposti ai vari controlli venissero formalmente invitati ad un positivo atteggiamento di collaborazione con i titolari delle varie attività.    
Per usare un esempio calcistico bisognerebbe usare, ovviamente solo in caso d’infrazioni non gravi, il cartellino giallo e non quello rosso che a tutti gli effetti porterebbe a pesanti sanzioni amministrative in una situazione economica già di per se molto pesante per tutto il comparto del commercio.
Pertanto siamo a chiedere che, a partire dai Sindaci per arrivare alle Associazioni di categoria e agli Assessori competenti in Regione, ci si adoperi perchè nelle prossime settimane si possa lavorare nel rispetto della legge ma con serenità e senza l’incubo d’incorrere, per irrisorie e banali inadempienze, in multe salate. 

Augusto Sartori