Rapallo: la direttrice di Focus, ospite dell’Istituto comprensivo

Da Enrica Guidotti, docente e addetta stampa dell’Istituto Comprensivo Rapallo riceviamo e pubblichiamo

L’atmosfera è quella vivace e indaffarata della redazione di una rivista. Nel primo appuntamento dell’Angolo dei libri e dei film, lo spazio pomeridiano in cui i ragazzi dell’IC Rapallo si scambiano opinioni sulle loro letture e visioni preferite, Sarah Pozzoli, Direttrice di Focus Junior, invitata dalle insegnanti di Lettere della scuola, trasforma il videoincontro in una visita virtuale a Palazzo Niemeyer, la sede della Mondadori: “Fino al 20 febbraio facevamo laboratori di giornalismo in cui le scuole ci venivano a trovare e respiravano l’aria della redazione – spiega – Adesso tutti quei bambini e ragazzi ci mancano, per questo ho colto volentieri l’invito a venire a parlare in questo vostro incontro”.

I primi due libri presentati sono La magica medicina di Roald Dahl, da Giorgia Landini, e Il re dei ladri di Cornelia Funke, da Yana Stevoli. “La magica medicina è uno dei miei libri preferiti, “Il re dei ladri” lo leggerò dopo aver sentito questa bella presentazione – commenta Sarah Pozzoli (nella foto qui accanto) – Sono rimasta molto colpita dal vostro giornale, “Appuntifuoriclasse”, che ha pubblicato articoli che meriterebbero di andare in nazionale”.

La Direttrice presenta poi il suo staff, composto dall’art director Maria Pia Eccher, il responsabile del sito Nicolò De Rosa e la photo editor Barbara Francesconi. Tutti collegati da casa, naturalmente. “Quelle che vedete oggi sono tutte le professionalità di una redazione – spiega Sarah Pozzoli – Maria Pia si occupa delle foto, Barbara di abbinarle alla parte scritta e Nicolò del sito”.

La redazione di Focus Junior, la popolare rivista per ragazzi dagli 8 ai 13 anni, è composta da quattordici persone e un buon numero di collaboratori esterni, che si occupano anche di Focus Pico, Focus Wild, Focus Scuola, oltre che delle pagine su Facebook, Instagram e Youtube.

“Chi legge Focus Junior fa parte di una comunità di persone che condivide degli ideali, un modo di essere – continua Sarah Pozzoli – Per esempio pensa che la vita vada presa con ironia e leggerezza. A noi “focusini” piace la scienza, specie se è la scienza della vita quotidiana, curiosa e sorprendente. Ci piacciono le storie in generale, i rapper, gli youtuber, che andiamo spesso a conoscere per vedere cosa c’è “dietro le quinte”. E poi ci piacciono gli animali,  quelli della savana e delle foreste. Chi legge Focus Junior ci tiene all’ambiente, siamo fan di Greta Thumberg. Ci piace anche giocare e sfidare la nostra mente con quiz e rompicapi”.

Moltissime le domande dei ragazzi.

Dove trovate le idee per i vostri articoli? “Le cerchiamo attraverso i nostri contatti oppure sui social. Alcune ci vengono anche da voi lettori, per esempio quando venite in redazione ascoltiamo con attenzione quello che vi interessa di più”.

Quale è stato l’argomento più curioso che avete trattato? “Abbiamo trovato una ragazzina africana che fa sculture con i suoi capelli, un uomo che ha realizzato un anello con le sue unghie tagliate e pestate e poi abbiamo scovato uno sport incredibile che prevede un round di boxe e uno di scacchi”.

Com’è lavorare in gruppo? “A volte difficile perché i giornalisti non hanno un buon carattere, qualche volta si litiga anche pesantemente, però poi cerchiamo di incontrarci in qualche modo. Perché abbiamo uno scopo comune, che è fare bene il giornale”.

E’ vero che i giornalisti possono non rivelare le loro fonti? “Certo, se la fonte ce lo chiede per la sua incolumità possiamo proteggerla non rivelando la sua identità, per esempio se stiamo scrivendo un articolo su mafia, camorra o ‘ndrangheta”.

Quale frase Sarah ripete di più ai suoi redattori? “Non siate sciatti e controllate i vostri articoli! C’è un trucchetto infallibile per trovare gli errori ed è rileggere quello che si è scritto partendo dalla fine”.

Sarah Pozzoli
Barbara Francesconi
Nicolò De Rosa
Maria Pia Eccher