Val di Vara: “Governo non bloccare i cantieri”

di Guido Ghersi

Alcuni sindaci della Val di Vara, tra cui quello di Borghetto Vara, Claudio Delvigo, hanno fatto pressione alla Regione Liguria-Settore Infrastrutture, affinché il Governo sblocchi i cantieri di lavoro. Così il governatore della Liguria, Giovanni Toti, lo scorso venerdì, ha chiesto al Ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli, di intervenire affinché si modifichi il
 decreto, inserendo anche le categorie connesse al “codice ateco n°42.91” tra quelle ritenute essenziali e strategiche.

Infatti a Borghetto Vara, nella Media valle, il decreto statale ha bloccato ben 5 cantieri: 3 nel fiume Vara, per la ricostruzione delle difese spondali, per il ripristino della sezione idraulica e per la rimozione del materiale inerte, e 2 nel torrente Pogliaschina, tutte opere finanziate, a suo tempo, nell’ambito dello stato di emergenza concesso dal Governo.

Il sindaco Delvigo ha affermato: “Sono opere strategiche per la sicurezza del paese. Tra l’altro, si tratta di lavori che non prevedono neppure contatti tra operai, che lavorano ognuno con il proprio mezzo. Mi auguro che il Ministro abbia buon senso  di riattivare quei cantieri nei quali si può lavorare in sicurezza. Se dal Governo, non dovesse giungere una risposta
affermativa, non escludo di assumermi la responsabilità di far continuare i lavori per lo meno di eliminare i rischi maggiori.”