Recco: due presunti positivi; in coda alle poste; le truffe

Dallo staff del sindaco Carlo Gandolfo riceviamo e pubblichiamo

Nel quotidiano messaggio su Facebook il sindaco di Recco Carlo Gandolfo annuncia che la Croce Verde di Recco ha trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Martino due persone, presunti casi positivi, che verranno sottoposte a tampone in queste ore.

“Come ho già ricordato ieri, le strutture ospedaliere sono in una situazione critica e con grande difficoltà riescono a trasmettere quei dati che Asl 3 deve poi comunicare ai Comuni – ha detto il sindaco – ma grazie a una collaborazione informale con i dottori Bottaro, Boccardo e Arenare abbiamo messo in campo la rete per ricostruire l’anagrafica delle persone che sono attualmente in isolamento. Si tratta di informazioni necessarie all’Amministrazione per organizzare la fornitura dei servizi essenziali e il ritiro dei rifiuti per i nuclei familiari con contagio da Covid-19 o in quarantena obbligatoria.

I rifiuti infetti devono essere  smaltiti in maniera diversa da ditte specializzate, per non mettere a rischio la salute pubblica e quella degli operatori del settore”.

La Giunta comunale, proprio questa mattina, si è riunita in modalità a distanza proprio per approvare una delibera con l’impegno spesa per conferire l’incarico a una ditta specializzata nel trattamento dei rifiuti speciali.

Questa mattina è anche cominciato il pagamento anticipato delle pensioni, come da calendario predisposto da Poste Italiane. Il sindaco Gandolfo si è recato presso gli uffici postali per un sopralluogo.

“Ringrazio l’Associazione nazionale Carabinieri in congedo – ha detto il primo cittadino di Recco – per l’impegno nello snellimento delle procedure di coda e per aver sistemato seggiole all’esterno degli uffici, dedicate alle persone più anziane. Inoltre stiamo lavorando sulla proposta arrivata dal gruppo di minoranza Onda. Ringrazio Ivana Romano per aver lanciato l’idea di attivare un numero di telefono solidale per gli over 70, per dare sostegno e vicinanza alle persone più anziane, cui raccomando di fare attenzione alle truffe che si stanno sviluppando in queste ore.

Tra queste anche quella del falso tampone effettuato a domicilio. Non fate entrare nessuno, sarà eventualmente il servizio sociale del Comune o il vostro medico di famiglia a contattarvi. Se e quando partirà il servizio di ascolto per gli over 70 vi sarà comunicato nei prossimi giorni”.

Il sindaco ha inoltre ringraziato tutte le minoranze che si sono messe a disposizione dell’Amministrazione comunale. “Proprio ieri ho avuto una telefonata chiarificatrice con il capogruppo di Civica, che ringrazio per la disponibilità che ha fornito e per il sostegno verso l’attività che stiamo facendo. Se facciamo squadra, tutti, sarà più facile adottare quelle buone pratiche di lotta alla diffusione del virus. E rimaniamo a casa per limitare le possibilità di contagio”.
Intanto proseguono i controlli della polizia locale per verificare il rispetto delle misure di contenimento del Coronavirus.

Tre i verbali comminati ad altrettanti trasgressori che stavano effettuando spostamenti non necessari.

Carlo Gandolfo con Giovanni Toti