Rapallo: drone alleato della polizia, altre denunce

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Primo test, questa mattina, per l’utilizzo di droni da parte della Polizia Municipale rapallese per effettuare i controlli mirati al contenimento della diffusione del Covid-19.
L’iniziativa ha preso il via dopo l’autorizzazione ufficiale da parte dell’Enac all’uso in deroga dei droni per monitorare gli spostamenti dei cittadini sul territorio comunale nell’ottica, per l’appunto, di garantire il contenimento dell’emergenza epidemiologica Coronavirus.

“Questa mattina, ai presìdi della municipale e delle forze dell’ordine all’uscita del casello autostradale e al monitoraggio delle pattuglie sul territorio, si sono aggiunti i controlli effettuati tramite drone – spiega il sindaco Carlo Bagnasco – Siamo uno dei primi Comuni a utilizzare questi dispositivi, che riteniamo molto utili per tenere monitorate le zone più
soggette al verificarsi di assembramenti”.

In mattinata, la Polizia Municipale ha denunciato diverse persone che stavano percorrendo i sentieri comunali e le strade carrabili che ad essi conducono, in violazione dell’ordinanza sindacale del 20 marzo 2020. “I controlli proseguiranno in maniera serrata – prosegue in primo cittadino – Stamane abbiamo altresì sollecitato i gestori a fare in modo che non si creino problemi di assembramento all’ingresso dei supermercati. Ringrazio gli agenti della polizia municipale e le forze dell’ordine per il grande impegno profuso in questo periodo e ribadisco ai cittadini che la regola fondamentale da rispettare è restare a casa”.