Coronavirus: il buonsenso bloccherà i contagi

Coronavirus. Ognuno ha una storia personale da raccontare. Se ne parlerà per generazioni. Preparatissimi a difenderci da un’ allerta meteo, abbiamo ignorato e ci siamo trovati totalmente impreparati di fronte a un virus da più parti annunciato; pensavamo che i tempi della “spagnola” fossero tramontati e che nel terzo millennio e nell’era digitale non potessero verificarsi pandemie.

Ieri abbiamo scoperto che i liguri sono disciplinati; hanno smentito il luogo comune per cui, per mettere in riga gli italiani ci voleva un nuovo Mussolini; salvo eccezioni, è bastato il buon senso. I dati nazionali incoraggianti, non autorizzano tuttavia ad essere ottimisti nel pensare ad un’estate normale perché – dicono gli esperti – anche una volta superato il picco, si possono verificare contagi e focolai “di ritorno”. E in ogni caso, proprio perché pandemia, la normalità va considerata in ambito internazionale.