‘Santa’: “Farmacie e market, rilevamento temperatura ai clienti”

Dall’ufficio Comunicazione del Comune di Santa Margherita Ligure riceviamo e pubblichiamo

Promulgata oggi pomeriggio dal Sindaco di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni una nuova ordinanza comunale alla luce degli ultimi documenti licenziati dagli enti sovraordinati. Il nuovo provvedimento si basa, di fatto, sull’unico metodo efficace per evitare il contagio: limitare il più possibile il contatto tra persone.

Contiene inviti (per la cittadinanza a limitare le uscite a uno alla volta per ogni nucleo familiare e facendo approvvigionamenti per più giorni e possibilmente utilizzare lo strumento delle consegne a domicilio); raccomandazioni (rivolte ai commercianti chiedendo di ampliare il più possibile l’orario di apertura e dotarsi di strumenti e comportamenti idonei); ordini (si veda il decalogo presente in ordinanza).

A breve sui canali Facebook del comune (comunesml e donadonisindaco ) sarà disponibile un video in cui il Sindaco spiega e illustra il nuovo provvedimento.

***

…INVITA

1) tutti i cittadini a limitare ad una persona per nucleo famigliare, salvo comprovati motivi di assistenza ad altre persone, le uscite per gli acquisti essenziali dei generi alimentari e di prima necessità e per il tempo strettamente necessario all’espletamento dell’incombenza. Contestualmente si invita la cittadinanza ad approvvigionarsi del necessario per più giorni, onde ridurre le uscite dalla propria abitazione, e comunque ad usufruire dei servizi a domicilio resi da numerosi esercenti;

2) tutti i cittadini a provvedere al conferimento dei rifiuti, ove sia previsto il servizio con isola ecologica o isola di prossimità, mediante una persona per nucleo famigliare. Contestualmente si invita la cittadinanza a chiudere ermeticamente i sacchi e verificarne l’integrità prima di conferirli, onde evitare dispersioni.

RACCOMANDA

1) ai supermercati di ampliare il più possibile gli orari di apertura e di potenziare i servizi di consegna a domicilio, onde evitare la formazione di code anche all’esterno degli stessi;

2) ai supermercati e alle farmacie di provvedere alla rilevazione sistematica della temperatura corporea anche ai clienti oltre che ai dipendenti nei luoghi di lavoro;

3) ai supermercati di dotarsi di divisorio (es. pannello in plexiglass) tra dipendenti e clientela in corrispondenza delle casse.

ORDINA

dall’entrata in vigore della presente ordinanza fino al termine  dell’emergenza:

1) CHE è fatto divieto degli assembramenti di più di due persone nei luoghi pubblici dell’intero territorio comunale. Deve comunque essere garantita la distanza di sicurezza tra le due persone. È altresì fatto divieto di sostare o fermarsi in passeggiata mare, nei giardini a mare e nelle spiagge.

2) CHE è fatto divieto di percorrenza di tutti i sentieri escursionistici del territorio comunale, compresi gli accessi agli stessi, tenuto conto che detti sentieri si trovano lontani dal centro città, e chi abita in prossimità degli stessi – nelle frazioni collinari – dispone quasi sempre di aree verdi pertinenziali alla sua abitazione. Il divieto non vale per coloro che debbano percorrere detti sentieri per raggiungere la propria residenza o domicilio, ovvero per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, o
motivi di salute.

3) CHE istituti bancari, farmacie ed esercenti tutti muniscano di mascherina e guanti i dipendenti e coloro che operano a contatto con la clientela, compresi coloro che effettuano le consegne, salvo comprovata
impossibilità materiale di approvvigionamento dei materiali. È altresì obbligatorio installare cartellonistica di grandi dimensioni e in posizione di visibilità che ricordi alla clientela l’obbligo di rispettare le distanze interpersonali.

4) CHE i supermercati si dotino di gel (o equipollenti) per la sanificazione delle mani e di guanti sia per i dipendenti sia a disposizione della clientela, e che muniscano di mascherina e guanti i dipendenti e coloro che operano a contatto con la clientela, compresi coloro che effettuano le consegne, salvo
comprovata impossibilità materiale di approvvigionamento dei materiali. È altresì obbligatorio installare cartellonistica di grandi dimensioni e in posizione di visibilità che ricordi alla clientela l’obbligo di rispettare le distanze interpersonali.

5) CHE tutti gli esercizi commerciali e le attività aperte al pubblico sono tenuti ad effettuare la disinfezione dei locali quotidianamente, con prodotti idonei alla sanificazione rispetto al Covid-19 come da istruzioni dell’Istituto Superiore di Sanità.

6) CHE tutti gli esercizi commerciali e le attività aperte al pubblico che dispongono di carrelli, cestini, casse automatiche, monitor touch screen, bancomat, e comunque strumentazioni direttamente accessibili dalla clientela sono tenuti ad effettuare la disinfezione di dette strumentazioni almeno 2 volte al giorno, con prodotti idonei alla sanificazione rispetto al Covid-19 come da istruzioni dell’Istituto Superiore di Sanità. Tale regola vale anche per i distributori cosiddetti h24, per le macchinette automatiche a tastiera o touch-screen per la vendita di bevande e di generi alimentari confezionati.

7) CHE è vietato l’uso di slot machine e altre macchinette di intrattenimento e per il gioco lecito nelle rivendite di tabacchi e nei locali che ne dispongono.

8) CHE è sospeso il mercato settimanale, anche per il settore merceologico dei generi alimentari.

9) CHE gli esercizi commerciali e le attività chiuse al pubblico devono avere le serrande interamente chiuse. La chiusura parziale della porta o della serranda è equiparata all’apertura dell’esercizio.

10) CHE le attività inerenti i servizi alla persona (tra cui parrucchieri, barbieri, estetisti) non possono venire svolte neppure per i singoli clienti a domicilio.

11) CHE sia sospeso il rilascio di tutte le autorizzazioni per l’esecuzione di lavori (cantieri, rotture, manutenzione del verde, ecc..) su aree pubbliche il cui svolgimento comporti momentanee modifiche della viabilità istituendo temporanei divieti di sosta;

AVVERTE

Che il mancato rispetto della presente Ordinanza comporterà l’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 7 bis del D.Lgs n. 267 del 18.8.2000, nonché la segnalazione all’Autorità Giudiziaria ex art. 650 C.P. per l’inottemperanza ai precetti stabiliti dai DPCM ed ai provvedimenti nazionali e regionali citati in premessa e volti al contrasto verso la diffusione del Covid-19.