Coronavirus: manifestazioni estive verso la sospensione

Proseguono i contagi e i decessi. La situazione più drammatica, dopo i decessi, è quella occupazionale.

Un aspetto secondario: tradizioni e manifestazioni. La prima ad essere sacrificata è stata la Festa della Primavera di Santa Margherita Ligure; la seconda la Sagra delle focaccette di Megli a Recco. Abolita la benedizione collettiva delle palme. Il falò di San Giorgio a Portofino si prevede sia solo un gesto simbolico, presente un pugno distanziato di persone.

Nessuna comunicazione ufficiale, ma a Camogli dovrebbe saltare la Sagra del Pesce e a Recco quella della focaccia. Naturalmente stessa sorte per tutte le sagre e feste patronali che costellano l’estate.

Anche se avremo superato il picco è improbabile che le Feste di Luglio a Rapallo e la festa della Madonna dell’Orto a Chiavari possano avvenire secondo tradizione. E anche se andiamo al 14 agosto, è difficile immaginare che si possa svolgere la Torta dei Fieschi.

Il falò di Portofino